INCENDIO BRUZZANO: I DATI DEL SECONDO GIORNO CONFERMANO LE ATTESE DI DRASTICO CALO DELLE DIOSSINE

I dati raccolti nel corso del secondo giorno dall’incendio divampato a Bruzzano, dimostrano come la situazione stia tornando rapidamente alla normalità con valori di diossine, furani e idrocarburi in drastico calo.

Come risulta dai dati delle analisi a campione effettuati da Arpa. Dati che confermano le attese degli esperti che fanno parte del tavolo di coordinamento istituzionale riunitosi ieri a Palazzo Marino. Secondo quanto riportato da Arpa tutti i valori sono in graduale  e costante riduzione. Nello specifico: nelle prime 24 ore dall’inizio del rogo, sono stati rilevati valori elevati (PCCD-DF diossine  e furani 80,9 pgeq/m3; idrocarburi aromatici policiclici B(a)P pari a 40,838 ng/m3), mentre nelle 24 ore successive (seconda notte e secondo giorno), con l’incendio ancora attivo poi spento definitivamente alle ore 19 di mercoledì 26 luglio, i dati facevano segnalare, già allora,  una drastica riduzione (PCCD-DF diossine  e furani 13,5 pgeq/m3; idrocarburi aromatici policiclici B(a)P pari a 29.689 ng/m3).

Nei prossimi giorni verranno resi noti i dati  delle rilevazioni effettuate nei giorni successivi e di quelle tuttora in corso. 

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni