LA PROTEZIONE CIVILE

Dal tg3 del 03 maggio a commento dei dati diffusi ieri

I numeri continuano a mostrare un andamento calante.

Sul dato dei decessi, che ieri sono stati 474, pesa l'aggiornamento della Lombardia sul mese di aprile. Tolta questa componente, il dato effettivo è di 192 vittime, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia. I guariti sono cresciuti di altre 1.665 unità mentre continua ad alleggerirsi la pressione sulle terapie intensive.

Sul fronte dei contagi, invece, le differenze regionali restano molto marcate.

Si va dalla Calabria che ha 0 nuovi contagi alla Lombardia che ne registra 530 in più e al Piemonte che ne registra altri 500.

Intervistato in proposito, il professor Enrico Bucci, docente alla Temple University di Philadelphia, avrebbe suggerito la riapertura su base regionale tenendo conto di queste, evidenti, differenze.

Sui rischi della fase due, Bucci identifica subito l'accendersi di nuovi focolai epidemici.

Se questi evolveranno verso una nuova ondata di contagi, non si può sapere.

Il problema, in questa nuova fase di convivenza con il virus non è la risalita dei contagi ma la capacità di controllarla e contenerla.


EDB Edizioni

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni