LA SCOMPARSA DI PAOLA BONZI

Modello di impegno cristiano nel mondo, in difesa del valore della vita

Il presidente Achille Colombo Clerici e gli aderenti di Europasia partecipano con profondo cordoglio al lutto della famiglia e del CAV per la scomparsa di Paola Marozzi Bonzi, educatrice mantovana, che a Milano, nel 1984, ha fondato il primo Centro di Aiuto alla Vita-CAV alla clinica Mangiagalli, la cui missione è dare sostegno alla maternità e alle genitorialità difficili con progetti di aiuto personalizzati, immediati e concreti. Nonostante fosse malata da tempo, ne era ancora anima e direttrice.
Nella sua lunga carriera aveva conseguito diverse specializzazioni che le hanno consentito di assistere al meglio donne in gravidanza, adottando  un suo originale ‘Metodo di counseling umanistico esistenziale basato sull’ascolto attivo finalizzato a stabilire una relazione di aiuto" che fa scuola nel mondo: nel  2017, Bonzi è stata chiamata a Mosca dalla Chiesa ortodossa e cristiana per organizzare e presiedere un convegno sull’approccio con le donne in difficoltà a causa della gravidanza. 
Ambrogino d'Oro del Comune di Milano, Socio onorario di AICCEF – Associazione Italiana Consulenti Coniugali e Familiari, Paola Bonzi ha svolto una intensa attività convegnistica. È stata anche autrice di 4 libri, di cui tre ‘manualistici’.
In 34 anni di attività, il CAV Mangiagalli ha aiutato a nascere 22.267  bambini ma molti altri sono venuti alla luce a seguito del semplice colloquio con Paola Bonzi, tale era la sua forza empatica e professionale.
Il cordoglio dell'Istituto Europa Asia e del suo presidente Achille Colombo Clerici
 

Nella foto Paola Bonzi e Achille Colombo Clerici

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni