LA SITUAZIONE NEL MONDO

La Cina ha registrato 28 nuovi decessi e 99 nuove infezioni, di cui 74 nella provincia dell’Hubei (l’epicentro dell’epidemia). Lo ha reso noto l’ultimo bollettino della Commissione sanitaria nazionale (Nhc) sui dati aggiornati al 6 marzo, in cui si precisa che tutti i nuovi morti fanno riferimento all’Hubei. Il paese asiatico ha registrato, includendo gli ultimi dati, un totale di contagi di coronavirus pari a 80.651. Le guarigioni, stando a quanto riferito dalla Commissione sanitaria nazionale (Nhc), sono salite a 55.404, sfiorando il 70%.

La Corea del Sud ha superato i 7.000 casi di infezioni, arrivando a toccare quota 7.041: il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc) ha infatti annunciato 274 nuovi contagi accertati nelle ultime 16 ore, in prevalenza concentrate nel focolaio di Daegu e in quello della vicina provincia di Nord Gyeongsang. I morti in Corea del Sud sono saliti a 44.

In Francia, secondo quanto reso noto dalle autorità sanitarie, i morti da coronavirus sono saliti a 11 (ieri erano 9), mentre i contagiati sono aumentati di oltre cento unità in 24 ore, da 613 a 716.

A Malta è stato confermato il primo caso di coronavirus: si tratta, secondo quanto annunciato dal ministro della Salute maltese Chris Fearne,  di una dodicenne italiana che si trova già con la famiglia in quarantena domiciliare. La ragazzina e la famiglia vivono a Malta, ed erano rientrati martedì da una vacanza in Trentino passando per Roma. Giovedì la 12enne ha iniziato a sentirsi male, così lei e la famiglia si sono subito messi in quarantena anche prima di aver contattato il medico.

In Islanda il governo ha dichiarato lo stato d’emergenza per il coronavirus dopo che il numero di casi nel Paese è salito a 45, su una popolazione di poco più di 300mila abitanti. La maggior parte delle persone contagiate, ha fatto sapere la Protezione Civile locale, rientravano dalla settimana bianca in Austria e Italia.

In Spagna sono saliti a 447 i casi di contagio da coronavirus, secondo un bilancio ufficiale reso noto oggi dai media spagnoli. Tra questi ci sono 8 persone decedute e 30 ricoverati in ospedali. A causa dell’emergenza, il comune di Barcellona ha deciso di rinviare a ottobre la maratona in programma il 15 marzo.

Con 60 nuovi contagiati, è salito a 169 il numero dei contagi da coronavirus in Belgio, secondo i dati diffusi dal ministero della Salute del Paese. Dei nuovi casi, 40 sono nelle Fiandre, 15 in Vallonia, e 5 a Bruxelles.

In Slovenia è salito a 8 il numero dei contagiati da coronavirus, dopo l’accertamento di un ultimo caso a Metlika, una località vicina al confine con la Croazia. Come riferito dai media locali e riportato da Ansa’, si tratta di un medico del locale ospedale che nei giorni scorsi è stato in Italia. Si sta tentando ora di individuare le persone entrate in contatto con lui.

In Vaticano c’è un solo caso di persona risultata positiva al coronavirus. Il controllo sull’altra persona, quella per cui venerdì sono stati temporaneamente chiusi e sanificati uffici della Segreteria di Stato, ha dato invece esito negativo. Lo ha spiegato ad Ansa il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Matteo Bruni.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni