LA TRUFFA DEL GASOLIO

Scoperta grazie a un blitz della Guardia di Finanza a Vigevano

Con una conferenza stampa che si è svolta il 3 febbraio a Pavia presso il comando provinciale della Guardia di Finanza i vertici della procura e dell'arma hanno rivelato di aver sgominato una banda dedita al commercio illegale di carburante.
L'indagine era partita circa un anno fa e aveva interessato la ditta Tecno Petrol che aveva i depositi a Vigevano. Dai controlli è emerso che la ditta acquistava il carburante all'estero e lo rivendeva a prezzi molto ribassati in Lombardia, Veneto e Piemonte.
Inoltre, l'azienda falsificava le fatture per sottrarsi al pagamento dell'Iva con un buco per le casse dello Stato quantificato in 100 milioni di euro.
Le indagini hanno quindi portato a 13 ordinanze di custodia cautelare.
Ai vertici del sistema affiliati alla camorra e alla criminalità romana che "investivano" i proventi della truffa in beni di lusso, dalle auto alle barche.



Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni