SCUOLE MILANESI: PIANO DI MANUTENZIONE PER LE COPERTURE

Due delibere, dell’importo complessivo di 14 milioni di euro. E’ quanto è stato approvato dalla Giunta per il progetto “A Milano ripartiamo dai tetti”. Le scuole milanesi potranno cosi essere messe al riparo su oltre 50 tetti. Secondo Paolo Limonta, assessore all’Edilizia scolastica: “Abbiamo fatto una stima degli interventi necessari per il prossimo anno scolastico e abbiamo verificato che i problemi più frequentemente riscontrati sono i fenomeni di infiltrazione di acqua che causano tanti disagi ai bambini e alle bambine che frequentano le nostre scuole e ai loro genitori e insegnanti”.

I problemi sono molti da quelli di impermeabilizzazione dei tetti e dall’intasamento dei pluviali, cui derivano conseguentemente piccoli allagamenti, macchie di umidità, distacco di intonaco e muffa nelle aule. Finora si sono eseguiti interventi tampone che poi si sono ripresentati con le piogge successive, ma da ora in poi non sarà così. Si tenga anche conto che nelle situazioni critiche i bambini sono stati spostati in aule volano riducendo così gli spazi di cui disponeva la scuola.

Grazie alle due delibere, da un lato si faranno lavori su gronde, pluviali, complivi e dall’altro si faranno accessi idonei alle coperture per esecuzione di interventi di manutenzione sulle guaine, ripristinando nel suo complesso la perfetta funzionalità dei sistemi di scarico delle acque meteoriche. Infine, secondo quanto spiega Limonta:

“Abbiamo ritenuto necessario intervenire in maniera efficace all’origine del problema. Questo piano strategico ci consente di fornire una risposta concreta alle richieste di genitori e insegnanti, di rendere maggiormente efficiente la programmazione delle manutenzioni ordinarie e di evitare richieste di intervento in emergenza. Nello stesso tempo consentirebbe di investire al meglio le risorse e di riaprire aule oggi inagibili, aiutando le scuole con un maggior distanziamento. L’approvazione del Decreto scuola con l’inserimento dei poteri commissariali ai sindaci in tema di edilizia scolastica, sebbene non sia ancora definito il procedimento, dovrebbe consentirci di velocizzare i tempi di esecuzione degli interventi e di immaginare di poter partire con il primo cantiere già nel prossimo ottobre, con tempistiche ridotte rispetto a quelle  cui siamo abituati attualmente. Le scuole milanesi e i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze che le frequentano ne hanno un grande bisogno”.


Manuelita Lupo  

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni