TUMORI TESTA-COLLO: UN ROBOT IN SALA OPERATORIA

L'istituto nazionale dei tumori regina Elena di Roma, nel suo dipartimento di chirurgia facciale ha realizzato il primo intervento con l'ausilio del robot Da Vinci per asportare metastasi dai linfonodi retro faringei.

Sebbene questa tecnica possa essere usata per un numero limitato di pazienti e casistiche, si tratta di un considerevole passo avanti rispetto alla chirurgia tradizionale.

La sede di queste metastasi, infatti, presenta delle criticità dovute sia all'esiguità dello spazio di azione per il chirurgo sia alla presenza dell'arteria principale del corpo, la carotide.

Parlando di questo importante risultato che ha guadagnato un articolo sulla rivista medica americana Head and Neck, Raul Pellini, il direttore di otorinolaringoiatria e chirurgia cervico-facciale dell'istituto romano, si è così espresso: “Grazie alla consolidata esperienza decennale di chirurgia mediante l’impiego del Robot Da Vinci, insieme alla mia equipe abbiamo messo a punto con grande soddisfazione la tecnica di rimozione dei linfonodi retrofaringei attraverso la bocca. È un bel successo di squadra ed è il risultato degli studi innovativi che con costanza portiamo avanti”.

Francesco Ripa di Meana, Direttore Generale IFO ha aggiunto: “Abbiamo una forte vocazione verso l’innovazione e riteniamo che ogni paziente abbia diritto alle cure più avanzate ed efficaci. Siamo una realtà pubblica di eccellenza ed è nella nostra missione avere una visione prospettica, introdurre novità clinico-scientifiche, standardizzarle e ottimizzarle”.

Antonella Di Vincenzo

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni