UN BAMBINO QUASI FORTUNATO

La storia di "Andrea" dalle Marche

Questa è la storia di un bambino di cinque anni ai tempi del coronavirus.

La racconta il sito Agenzia Italia di oggi, 19 aprile, citando a sua volta la pagina Facebook del Sindaco di Ancona. In suo post ha fatto conoscere la storia di "Andrea", nome di fantasia.

La vita del bimbo cambia quando entrambi i genitori si ammalano per il coronavirus in maniera così grave da finire in terapia intensiva. Non c'è nessun parente che possa accudire Andrea che, nel frattempo, viene sottoposto a tampone e risulta negativo.
Per lui si mobilitano il sindaco e i servizi sociali finché un hotel della città si offre di dargli alloggio, a titolo gratuito. E qui Andrea trova una grande stanza, qualcuno che gli prepara dei buoni pranzetti e tutto l'affetto del personale. Con il trascorrere dei giorni arrivano anche vestitini e giocattoli.

Nella stanza accanto, che comunica con la sua, si alternano gli operatori dei servizi sociali che non lo lasciano mai da solo.

E intanto dall'ospedale arrivano due notizie. Una cattiva, che dice che il suo papà è mancato. Una buona che dice che la sua mamma, Amal, è guarita.

Passano altri giorni e finalmente Amal viene dimessa e può andare a riprendere il suo piccolo per fare ritorno a casa. Qui, la scritta su un lenzuolo bianco li accoglie con un "Bentornati".

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni