ACCADDE IL 10 SETTEMBRE

10 settembre 1943 Inizio dell'Eccidio di Nola da parte delle truppe tedesche cf. Divisione Goering



L'eccidio di Nola fu la prima strage nazista compiuta in Italia e una delle più gravi avvenute nel sud d'Italia, ma di cui la memoria è alquanto labile. Nel 1943 a Nola erano presenti sia il Distretto militare (presso la reggia Orsini), sia le truppe del 12º Reggimento di Artiglieria. Dopo lo sbarco di Salerno, avvenuto il 9 settembre, l'armata di Kesselring decise di convogliare tutte le forze disponibili verso la suddetta città, in modo da organizzare al meglio la difesa. Il 10 settembre due tedeschi alla guida di una motocicletta tentarono di disarmare i soldati italiani e al loro rifiuto decisero di aprire il fuoco. I soldati italiani (e forse anche qualche civile) risposero al fuoco e uno dei due tedeschi venne ucciso, mentre l'altro venne catturato (nel conflitto caddero il civile Giuseppe De Luca e l'artigliere Domenico Russo). Subito dopo i soldati italiani decisero di inviare una delegazione presso le truppe germaniche di stanza a Nola. Nonostante i militari italiani fossero disarmati e sventolassero il vessillo bianco i tedeschi aprirono il fuoco contro di loro. Uno dei militi italiani, Aldo Carelli, rimase ucciso. Il giorno dopo la divisione corazzata Fallschirm-Panzer-Division 1 "Hermann Göring" giunse nella piazza antistante la caserma italiana e, nonostante la strenua e coraggiosa resistenza degli italiani, disarmarono le truppe. Successivamente fecero uscire fuori tutti i soldati di stanza e fucilarono sommariamente 10 ufficiali. Qualche giorno dopo venne ucciso anche il civile Gaetano Santaniello che pare avesse compiuto il sabotaggio della linea ferrata. Il 1º ottobre i nolani riuscirono a prendere le munizioni conservate nella locale caserma dei carabinieri e fronteggiarono le truppe tedesche che, nel clima generale di fuga di quei giorni, furono costrette ad abbandonare la città.


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni