ACCADDE IL 16 SETTEMBRE



16 settembre 1985 - Attentato al Café de Paris di via Veneto, a Roma





L'attentato al Café de Paris di via Veneto a Roma fu un'azione a scopo terroristico effettuata la sera del 16 settembre 1985, al Café de Paris di via Veneto, dall'allora ventisettenne estremista palestineseAhmad Hassan Abu Alì Sereya, nato in Libano, che lanciò due bombe a mano del tipo ad "ananas" (modello F1 di fabbricazione sovietica), tra i tavolini del locale affollato di turisti a poca distanza dall'ambasciata degli Stati Uniti d'America; solo un ordigno esplose causando 39 feriti di cui numerosi gravi, l'altro ordigno venne in seguito disattivato dagli artificieri.

L'azione, effettuata nella ricorrenza del massacro di Sabra e Shatila, fu rivendicata dall'Organizzazione Rivoluzionaria dei Musulmani Socialisti (ORMS) dell'area riconducibile ad Abu Nidal.

L'attentatore verrà condannato a 17 anni di carcere.


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni