ACCADDE IL 29 GIUGNO

29 giugno 1914 – Jina Guseva tenta di assassinare Grigorij Efimovi? Rasputin nella sua casa in Siberia



Grigorij Efimovi? Rasputin (Novych), (Pokrovskoe21 gennaio 1869 – San Pietroburgo30 dicembre 1916, 9 gennaio 1869 – 17 dicembre 1916 secondo il calendario giuliano, è stato un mistico russo, consigliere privato dei Romanov e figura molto influente su Nicola II di Russia, in particolare dopo l'agosto 1915, quando lo zar prese il comando dell'esercito nella prima guerra mondiale. Vi sono diverse incertezze su gran parte della vita di Rasputin. Egli è tuttora sinonimo di potenza, dissolutezza e lussuria, mentre a suo tempo la sua presenza ebbe un ruolo significativo nella crescente impopolarità della coppia imperiale.

Agli inizi del 1914, ormai influente personaggio nelle vicende politiche russe, Rasputin decise di visitare il suo villaggio natio di Pokrovskoe, per rivedere il padre e aiutarlo nei lavori agricoli. Intorno alle 15:00 del 29 giugno Rasputin uscì di casa per rispondere a un telegramma; al rientro nell'abitazione fu improvvisamente attaccato da una donna con il volto nascosto da un fazzoletto nero; la donna, Chionija Guseva, lo pugnalò allo stomaco, appena sopra l'ombelico. Sebbene colpito, Rasputin ebbe modo di scappare e di prendere un bastone da terra con cui riuscì a tramortire l'assalitrice; coperto di sangue, fu portato nella sua casa ove, verso mezzanotte, ricevette le prime cure dal medico del più vicino villaggio. Dopo le prime cure Rasputin fu portato al più vicino ospedale, ove ricevette assistenza dal medico personale della famiglia reale; dimesso il 17 agosto 1914, a metà settembre raggiunse San Pietroburgo. L'attentato (in cui credeva di rinvenire la mano del suo avversario Iliodor) lasciò effetti profondi in Rasputin: egli iniziò a bere vino georgiano o di Crimea ed evitò al massimo gli incontri pubblici, specialmente in ristoranti e luoghi affollati.

A seguito dell'attentato Guseva fu rinchiusa in manicomio.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni