DONNE E UOMINI TRA GENITORIALITÀ E VITA LAVORATIVA

I risulati del progetto MASP

Grande successo per l’evento digitale: “Prospettive del Work Life Balance: il progetto MASP” andato in scena giovedì 25 marzo. Di fronte, virtualmente, a oltre 100 partecipanti, i relatori presenti hanno posto l’attenzione sui risultati positivi ottenuti dal progetto MASP - Master Parenting in Work and Life in due anni di sperimentazione e condivisione di politiche ed esperienze atte a favorire la conciliazione tra genitorialità e lavoro. Un’occasione per discutere insieme di empowerment femminile, ma non solo: durante il convegno è stata posta l’attenzione sul valore aggiunto che l’esperienza genitoriale può rappresentare sia per la donna sia per l’uomo.
Il convegno, moderato da Emanuela Donetti – Innovation Consultant, è iniziato con i saluti istituzionali di Roberto Munarin - Direttore dell’Area Lavoro e Formazione del Dipartimento Economia Urbana e Lavoro - Comune di MilanoCristina Tajani – Assessora alle Politiche del Lavoro, Attività Produttive, Commercio e Risorse Umane del Comune di Milano e Ilona Zelvyte - Policy Officer, European Commission.

Hanno preso poi parola i relatori del convegno, portando spunti interessanti a partire dalle tante esperienze dirette vissute in fase di sperimentazione e monitoraggio del progetto. Al convegno, nello specifico, sono intervenuti: Flaviano Zandonai - Open Innovation Manager, Gruppo Cooperativo CGM, Cristina Morini - Consiglio Direttivo BIN Italia, Alda Fiordelli - Ufficio Progetti e Innovazione, AFOLMET, Laura Ravanelli - protagonista di un percorso attivato dal progetto, Stefano Valvason - Direttore Generale, A.P.I., Stefania Terlizzi - Dirigente Generale, Agenzia del lavoro di Trento, Serena Miccolis - Ricercatrice, AICCON, Pietro Binelli - Project developer, Euromasc, Claudia Sorger – L&R Social Research, Eva Ledroit - EU Policy & Projects Officer, Make Mothers Matter, Elisa Vimercati - Responsabile della ricerca e dello sviluppo, Lifeed, Valentina Remida - Policy Assistant responsabile per l’Italia, DG EMPL e Giuseppina Corvino - Area Lavoro e Formazione del Dipartimento Economia.

Ciò che è emerso dalle tante relazioni che si sono alternate durante l’evento, è che sicuramente il work life balance implica una serie di sfide: sfide che tuttavia possono essere vinte grazie alla condivisione e alla presa in carico di percorsi specifici volti a incentivare il rientro sul mercato del lavoro da parte delle donne, valorizzando le competenze trasversali che di fatto vengono acquisite nell’esperienza di vita di ogni mamma e genitore in generale. Quello che emerge da due anni di esperienza con MASP è che solo in modo collaborativo e sinergico, attraverso politiche a livello nazionale ed europeo, si potrà fare la differenza riconoscendo e supportando iniziative finalizzate al contrasto della disparità di genere e al sostegno di un equilibrio tra vita e lavoro, beneficiando di risorse condivise, tecnologie avanzate, nuovi ruoli professionali e sistemi di welfare territoriali.La registrazione del convegno è disponibile sul sito www.maspfinalconference.com e sul sito del Comune di Milano.

 
 
 
UFFICIO STAMPA

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni