FOGLIE MORTE, di Gabriel Garcia Marquez

cura di Uccio Greco

INCIPIT: D'improvviso, come se un turbine avesse piantato le radici nel centro del villaggio, arrivò la compagnia bananiera incalzata dalle foglie morte. Era un frascame ravvolto, riottoso, formato dalle mondezze umane e materiali degli altri villaggi; stoppie di una guerra civile che sembrava sempre più remota e irreale.


EXPLICIT: In quest'istante sento veramente il tremito del ventre. Adesso sì che ho bisogno di andare in quel posto, penso; ma vedo che ora è troppo tardi. Gli uomini fanno un ultimo sforzo; si tendono con i talloni inchiodati al suolo, e la bara sale a galla nel chiarore, come se andassero a seppellire un vascello morto.

Io penso: Adesso sentiranno l'odore. Adesso tutti i pivieri si metteranno a cantare.

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni