LA MALA ORA, di Gabriel Garcia Marquez

A cura di Uccio Greco

Pasquinate affisse sui muri, fantasmi dell'immaginario, occultano eventi del reale

INCIPIT: Padre Angel si sollevò con uno sforzo solenne. Si stropicciò le palpebre con le ossa delle mani, scostò la zanzariera di tulle e restò seduto sulla stuoia spelacchiata, assorto per un attimo, il tempo indispensabile per rendersi conto di essere vivo e per ricordare la data e il suo riscontro nel martirologio. “Martedì quattro ottobre” pensò, e disse a voce bassa: “San Francesco d'Assisi”.

EXPLICIT: “E questo è niente” disse Mina, “ieri notte, nonostante il coprifuoco e nonostante la sparatoria...”
Padre Angel si fermò. Girò su di lei i suoi occhi parsimoniosi d'un azzurro innocente. Anche Mina si fermò, con la scatola vuota sotto il braccio, e abbozzò un sorriso nervoso prima di terminare la frase.

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni