INTERVISTA A MASSIMO MARCONI

Italy VP Sales and Client Services Astound

Dopo il primo caso di COVID-19 rilevato il 29 gennaio e la sorprendente rapida diffusione della malattia nelle settimane successive, l'Italia è divenuta un vero e proprio ammonimento per il resto del mondo. L'IT Team Insights di Astound Commerce ha parlato con Massimo MarconiItaly VP Sales and Client Services di Astound Commerce, il giorno successivo alla decisione del governo italiano di vietare l’esercizio di qualsiasi attività all'aperto: un’aggiunta che si unisce alle restrizioni prese all'inizio di marzo. Massimo Marconi è ottimista e ha voluto offrire il proprio consiglio a tutti coloro che stanno vivendo un periodo di isolamento sociale.

 "È un modo diverso di lavorare e di vivere, ma ce la possiamo fare. È solo una questione di auto-organizzazione - ha affermato Marconi. - Mi piace dire che gli italiani abbiano inventato la pizza, ma gli americani hanno inventato la consegna della pizza a domicilio. Questa è una buona analogia per il modo in cui dovremo ora adattarci ai nuovi modelli di business".

 Astound Insights: L'Italia si trova in una situazione di lockdown a livello nazionale a partire dal 9 marzo. Che cosa significa questo, in termini pratici?

L'attuale situazione italiana è sicuramente impegnativa - ha precisato Marconi. -  Siamo tutti in quarantena. Ciò significa che non possiamo uscire dalle nostre case, se non per motivi estremamente urgenti e gravi. Potremmo essere incarcerati per tre mesi, nel caso in cui andassimo contro le direttive. Sostanzialmente, possiamo solo: andare al lavoro se la nostra azienda ha adottato procedure di sicurezza molto specifiche, rimanere a casa o andare in ospedale. Niente jogging, niente passeggiate, niente visite ai parenti”.

 A.I.: Queste misure sono necessarie, anche se stanno causando una grave ripercussione sull’economia. Quali sono le tue previsioni?

Marconi: “Questo sta influenzando pesantemente tutti i sistemi economici, e mi aspetto un profondo impatto su tutti i settori. Ma, in questo scenario, alcuni modelli di business si stanno inaspettatamente adattando. Per nulla inaspettatamente, l'e-commerce è ora l'unico modo per acquistare beni, e prevedo che questo nuovo approccio forzato al business cambierà tutte le nostre abitudini.

 A.I.: Nel tuo ruolo per Astound, in che modo sei riuscito ad andare avanti?

Marconi: “Ovviamente sto lavorando da casa, e proprio in pieno lockdown siamo riusciti a realizzare efficacemente da remoto quattro giorni di workshop. Non è il momento per noi di smettere; anzi, proprio l'opposto.

A.I.: Qualche altra riflessione su ciò che accadrà poi?

Marconi: “Noi saremo diversi, il business sarà diverso, e la vita sarà completamente differente dopo tutto questo. Dobbiamo essere preparati. Dobbiamo prepararci al futuro in questo momento, perché ora possiamo avere il tempo per pensare.
Questo è il momento di attuare ciò che diverrà necessario nei prossimi mesi e per la piena ripresa delle attività. Tutto questo si può fare anche ora, da remoto. Non fermiamoci”.
#iononmifermo

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni