L'ASSOMMOIR - Emile Zola

Ogni mattina alle ore 08:00 proponiamo ai nostri lettori la parte iniziale e quella conclusiva di un capolavoro della letteratura universale.
A cura di Antonella Di Vincenzo

INCIPIT
Gervasia aveva atteso Lantier fino alle due del mattino. Poi tutta abbrividita per essere restata in camiciuola all’aria pungente della finestra, erasi assopita, gettatasi di traverso sul letto, febbricitante, colle gote molli di lagrime. Erano dieci giorni da che, all’uscire dal Vitello a due teste dove mangiavano, ei la mandava a dormire coi figli, e non ricompariva che a notte inoltrata, raccontando che cercava lavoro. Quella sera, mentre ch’ella ne spiava il ritorno, credeva di averlo veduto entrare al ballo del Gran Balcone, le cui dieci finestre stralucenti illuminavano di un ampio getto d’incendio la vera corsia de’ Baloardi1 esterni; e dietro di lui ella aveva scorto la piccola Adele, una imbrunitrice che desinava alla loro medesima osteria, che lo seguiva a quattro o cinque passi, colle mani penzoloni, come se testé avesse lasciato il braccio di lui per non passar insieme sotto il forte chiarore de’ lumi a globo ch’erano alla porta.

FINIS
— Tutti debbono passarci... Non c’è bisogno di pigliarsi, che v’ha posto per tutti.... Ed è una bestialità l’affrettarsi, perchè non si giunge meno presto... Io non cerco di meglio che di far l’altrui piacere. Chi vuole e chi non vuole. Vediamo di acconciare un po’ i diversi desiderii. Eccone una che non voleva; poi ha voluto. Epperò l’hanno fatta aspettare... Alla fine ci è riuscita, e davvero che se l’è guadagnata! Andiamo allegramente! 
E quando abbrancò Gervasia colle sue nere manacce, fu preso da una certa tenerezza, sollevò soavemente quella donna che aveva avuta una sì lunga propensione per lui. Poi distendendola in fondo alla bara con una cura paterna, biascicò fra due singhiozzi: 
— Sai... senti bene... son io, Bibì l’Allegria, soprannominato il consolatore delle donne... Va, sii felice. Fa la nanna, bella mia!


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni