LA REPUBBLICA DELLA COSTITUZIONE

Frutto della lotta antifascista e della guerra di liberazione

Il 2 Giugno segna una data di estrema importanza per il nostro Paese:la vittoria della Repubblica, frutto della lotta antifascista e della guerra di liberazione. È stata la conclusione coerente di una lotta che ha liberato l'Italia dal fascismo, e dalla monarchia,
responsabile dell'avvento al potere del fascismo, delle leggi
antiebraiche del 1938, dell'entrata in guerra dell'Italia e delle
tragedie che hanno devastato il nostro Paese. Lo stesso giorno in cui il voto popolare, con la partecipazione ad esso delle donne che
conquistarono il diritto di voto partecipando alla Resistenza, decretava la fine della monarchia, veniva eletta l'Assemblea Costituente, investita del compito di dare al nuovo stato italiano la nostra Carta costituzionale.
La Festa della Repubblica che unisce tutti gli Italiani è anche festa della Costituzione nata dalla Resistenza, oggi più che mai, bussola e guida della nostra democrazia.
In questa data importante e solenne per il nostro Paese deve essere unicamente celebrata la nascita della Repubblica e della nostra Carta Costituzionale. Per martedì 2 giugno, come da accordi con l'Anpi nazionale, una ristretta delegazione, con la presenza di un rappresentante dell'Amministrazione Comunale, tributerà, nel rispetto delle norme emanate in materia sanitaria, un omaggio floreale a Lina Merlin, eletta il 2 giugno 1946 all'Assemblea Costituente e tumulata al Famedio del Cimitero Monumentale di Milano. 

Roberto Cenati
Presidente Anpi provinciale di Milano 

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni