LE INIZIATIVE PER RICORDARE FELLINI

RIPRESE DEL FILM

Roma e Rimini ricordano il Maestro del cinema

Il 20 gennaio del 1920 a Rimini nasceva Federico Fellini.
Il regista che ha vinto ben 5 premi Oscar, quattro per il miglior film straniero e uno alla carriera è indissolubilmente legato, almeno nell'immaginario collettivo, al film La Dolce Vita. Chi non ricorda la celebre scena girata dentro la Fontana di Trevi in cui Anita Ekberg invita Marcello Mastroianni a raggiungerla con il suo "Macello, come here" (Marcello, vieni!, ndr)?.
Per celebrare l'uomo e il regista Roma e Rimini, le due città tra le quali ha diviso la sua vita, hanno programmato diversi eventi.
La capitale inizierà le celebrazioni del centenario con una maratona dedicata alla proiezione dei suoi film che si terrà nel giorno dell'anniversario (il 20 gennaio) e poi, di nuovo, il 27.
Sarà quindi allestita una mostra fotografica presso la Biblioteca l'Angelica.
Cinecittà, che fu il set di diverse sue pellicole, vedrà l'intera palazzina che porta il suo nome trasformata da Dante Ferretti, lo scenografo che ebbe con Fellini il sodalizio artistico più lungo.  Sarà il suo modo di ricreare un universo fatto di ricordi e poesia. L'inaugurazione è prevista per la fine di gennaio.
La sua città natale, Rimini, non sarà da meno. Fellini vi tornava spesso e alloggiava sempre nella suite 316 del Grand Hotel. 
Si potranno visitare la mostra "Fellini 100 Genio immortale" allestita a Castel Sismondo. Ogni sala ricorderà il set di un film; ci saranno i tour "La Rimini di Fellini", un itinerario che tocca 11 luoghi cari al Maestro; al Museo della città si potrà invece vedere "Il Libro dei Sogni" ovvero la raccolta di idee, progetti, disegni e sogni che poi si traducevano in film.
Dovrebbe invece vedere la luce a fine 2020 un vero e proprio museo a lui dedicato.
Non solo. Anche Sigep (il Salone Internazionale di Gelateria) che ha aperto il 18 gennaio ha dato il suo contributo alla celebrazione: una torta alta 3 metri e preparata dai Maestri Pasticceri Italiani.
Il gusto? Il preferito di Fellini: la zuppa inglese.

Antonella Di Vincenzo

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni