NATUROPATIA IN BREVE 16

Ipotensione, rimedi naturopatici

La pressione bassa, in gergo tecnico ipotensione, rappresenta una condizione caratterizzata da valori della pressione inferiori alla norma. Generalmente chi soffre di pressione bassa in una condizione di riposo ha la sua pressione arteriosa di sotto i valori 90/60 mm Hg. Nonostante l’ipotensione sia meno grave dell’ipertensione, può essere comunque un disturbo che crea notevoli disagi a chi ne soffre. La pressione bassa comporta segni di sofferenza cerebrale e si presenta con capogiri o, nelle manifestazioni più severe, con svenimenti o sincope. In realtà lo svenimento rappresenta un meccanismo di difesa dell'organismo, utile a riparare quest'ultimo dagli effetti negativi di un eccessivo calo pressorio. Se siete sorpresi da un calo di pressione, sdraiatevi, perché in questa posizione il sangue incontra meno difficoltà nel suo percorso a raggiungere cuore e cervello. Se non riuscite a riprendervi in breve tempo chiamate i soccorsi e nell'attesa cercate di tenere la posizione supina, con gli arti inferiori sollevati e la testa ipertesa.

Allentate anche cinture e lacci, in modo da favorire il più possibile la circolazione.

RIMEDI NATUROPATICI

Tra i rimedi naturopatici per la pressione bassa compra la liquirizia, che è opportuno tenere sempre a portata di mano, soprattutto da parte delle persone predisposte all’ipotensione. Ancora, validi alleati contro la pressione bassa sono il ginseng, il rosmarino e la salvia, in particolare quest'ultima, perfetta anche per arginare il problema della sudorazione eccessiva, infatti, una tazza d’infuso di una di queste erbe rappresenta un ottimo rimedio naturopatico per iniziare o finire un’afosa giornata estiva. È perfetta per prevenire la pressione bassa, contrastando malessere e stanchezza, anche la tormentilla, una pianta  erbacea  che ha proprietà lenitive. Rientrano nella categoria dei rimedi naturopatici per la pressione  bassa anche alcuni semplici ma utili accorgimenti, come bere molti liquidi durante la giornata, almeno due litri di acqua ogni giorno, evitare di praticare sport o attività fisiche impegnative nelle ore facilmente digeribili, preferendo frutta e verdura di stagione a fritture e pietanze eccessivamente condite.

Claudio Dianese Naturopata

claudio.dianese@gmail.com

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni