COSA RIMANE DOPO AVER CONTRATTO IL VIRUS?

Ipotesi sugli strascichi della malattia

In un articolo comparso qualche giorno fa sul sito Yahoo Notizie si parlava degli effetti del virus sulla salute dei contagiati. Il punto di partenza è il primo studio scientifico sull'argomento, pubblicato sulla rivista European Archives of Oto-Rhino-Laryngology dai ricercatori della International Federation of Otorhinolaryngology Societies, della Società Spagnola per Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico Facciale e altri istituti europei.

Lo studio, che prende in esame pazienti con infezione lieve o moderata, afferma che circa l'80% delle persone perde completamente l'olfatto mentre circa l'88% soffre di alterazioni del gusto.

I dati si basano su un campione di 417 pazienti, provenienti da 12 ospedali, in 4 paesi ovvero Spagna, Belgio, Francia e Italia. Nessuno dei pazienti, prima del covid, presentava altre infezioni a livello nasale.

Sembra che le alterazioni dell'olfatto riguardino più le donne che gli uomini mentre le alterazioni del gusto si traducano nella difficoltà di riconoscere il dolce, il salato e l'amaro.

In passato queste stesse alterazioni erano state riscontrate in presenza di altre forme virali meno violente e con un numero di casi limitato.

Ricordiamo che quello descritto è uno studio preliminare. Le ipotesi avanzate avranno bisogno della conferma di altri dati numerici e si dovrà capire se queste alterazioni sono permanenti o transitorie.  

Tra le ipotesi avanzate per spiegare questi due nuovi sintomi del covid, lo studio parla di predisposizione individuale alla malattia, o della possibile mutazione genetica del virus recentemente descritta da ricercatori italiani.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni