IL BUSINESS DEI SOUVENIR

Milano ai primi posti

La camera di commercio di Monza e Brianza ha di recente rielaborato i dati del registro delle imprese per l'anno 2019.

Colpisce la crescita del mercato dei souvenir sia intesi come oggetti d'arte, sia intesi come "ricordo di...". si tratta di un business da 700 milioni su scala nazionale, 200 milioni dei quali per la sola Lombardia.

Il primato delle città lombarde spetta a Milano e, come da media nazionale, buona parte delle circa 860 aziende presenti è a gestione femminile. Seguono realtà gestite da giovani, il 10% e da stranieri, il 15%.

Le altre città lombarde presenti in classifica sono Brescia e Bergamo.

Per quanto riguarda la tipologia di oggetto acquistato prevalgono oggetti da regalo, da ricordo, gli oggetti d’arte, gli oggetti artigianali e la categoria argenteria / bomboniere.

Marco Accornero, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi si è così espresso: “Lo “shopping del buon ricordo”, spesso artigianale, valorizza i simboli del territorio. Si tratta di proporre i prodotti legati alla tradizione come ad esempio cibi tipici, luoghi, strumenti, prodotti di design o abbigliamento, artigianato. Vanno riproposti innovando e andando incontro a gusti e modalità di fruizione capaci di adattarsi ai luoghi, ai tempi e alle persone".

Antonella Di Vincenzo

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni