IL CAMPARINO TORNA IN GALLERIA

Riapre dopo il restauro lo storico locale milanese

La cerimonia ufficiale è avvenuta il 12 novembre. L'apertura al pubblico è prevista per il 14. Il locale ha subito diverse trasformazioni sia nell'arredo sia nella proposta al pubblico. Il piano terra è stato oggetto di un restauro conservativo per non perdere l'ispirazione liberty.
Al primo piano la sala Spiritello, dal nome del celebre disegno creato da Leonetto Cappiello nel 1921, è stata ampliata per accogliere la produzione di cucina e pasticceria, novità che si accompagna ai classici dell'aperitivo. La riapertura vede infatti la collaborazione con lo chef Davide Oldani che si è adoperato per creare proposte dedicate al nuovo spazio.
Al piano interrato, nella sala Gaspare Campari, saranno ospitati eventi e corsi per 
bartender (i barman che preparano cocktail, ndr).
A proposito della riapertura Bob Kunze-Concewitz, chief executive officer di Campari Group ha detto: 
“Da oltre 100 anni icona milanese, il Camparino oggi rinasce, non solo come simbolo dell’aperitivo, ma anche come locale d’avanguardia a livello internazionale, grazie a un’offerta di abbinamento cocktail & food eccezionale. Siamo orgogliosi di affermare che laddove è nato il rito milanese dell’aperitivo, oggi nasce un nuovo rito”.

adv

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni