IL PRIMO GATTO ITALIANO CON LE PROTESI

La storia di Vito tornato a camminare dopo un incidente

Fino a oggi l'ipotesi di impiantare una protesi a un gatto per permettergli di camminare di nuovo era diventata realtà solo in Gran Bretagna con il micio Oscar nel 2010.
Ne “La Repubblica” del 5 febbraio, invece, ecco la storia del gatto Vito.
Originario della Sicilia, di San Vito lo Capo, si trasferisce a Milano con la sua padrona.
Resta però uno spirito libero e così succede che in una delle sue scorribande in zona Lambrate, dove vive, rimedia un danno alle zampe posteriori. Una zampa viene subito amputata ma anche l'altra è a rischio. Finché il veterinario non propone un intervento mai realizzato in Italia, l'applicazione di protesi posteriori attaccate direttamente alle ossa.
L'intervento si fa e dopo una lunga convalescenza, un giorno, Vito si regge finalmente in piedi.
Ora riesce a spostarsi in autonomia e ha perfino una pagina social. 

ECLISSI

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni