LA BICICLETTA DI ALLUMINIO

L'iniziativa che ha seguito il Jova Beach Party

Il Jova Beach Party è il nome del tour del cantante Jovanotti che, questa estate, si è esibito in numerose spiagge italiane portando con sé un importante messaggio a favore di ecologia e sostenibilità. Sponsor della manifestazione è stato Estathé che, in linea con questi principi, ha allestito di volta in volta bar gonfiabili fatti di materiale riciclabile, offerto il suo prodotto in lattine celebrative sempre di materiale riciclabile e servito da bere in bicchieri di carta.
In questo contesto è nato il progetto della Ricicletta ovvero una bicicletta in alluminio realizzata con il riciclo di 800 lattine. Ne è stata realizzata una per ogni tappa del tour e così sarà anche per la data conclusiva, il 21 settembre a Linate. Il progetto vede la collaborazione di CIAL (Consorzio Nazionale Imballaggi Alluminio) e WWF che riceverà le biciclette da mettere all'asta sulla piattaforma Charity.org. Il ricavato servirà a finanziare i tanti progetti in essere per preservare l'ambiente.
Questa visibilità mediatica è servita anche a sensibilizzare i consumatori sull'importanza del riciclo e a far conoscere le infinite vite dell'alluminio che può dare vita a numerosi altri prodotti come i cerchioni delle automobili o le caffettiere.
Lo ribadisce anche Stefano Stellini, responsabile relazioni esterne CIAL: “Con l’80% di riciclo di imballaggi in alluminio nell’ultimo anno il nostro Paese si conferma fra i migliori in Europa, grazie alla raccolta differenziata organizzata dai Comuni e alla partecipazione di milioni di cittadini italiani. Lattine per bevande, scatolette e vaschette per alimenti, foglio sottile in alluminio, bombolette spray, tubetti, tappi e chiusure – riciclabili al 100% e all’infinto, rinascono così, per dare vita a nuovi prodotti. La lattina in alluminio, in particolare, come quella distribuita qui al Jova Party da Estathè, è inoltre il contenitore per bevande più riciclato al Mondo confermando così la vocazione green di un materiale tra i più ecocompatibili e in linea con i principi e i nuovi modelli di sviluppo dell’economia circolare.”

Antonella Di Vincenzo

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni