Bike sharing

Nuova app del Bikemi, la tessera si fa virtual

BikeMi - Scarica l'app, preleva una bicicletta
Nuovo software e nuovo sito per le bici in condivisione a stallo fisso

BikeMi, lo sharing delle biciclette a stallo fisso di Clear channel, si rinnova e diventa più smart.
Grazie a una nuova app, che diventa lo strumento principale per accedere al servizio, sarà possibile prelevare le bici direttamente dallo smartphone senza necessariamente utilizzare la tessera che comunque rimane attiva. Nuovo anche il sito web, con una grafica rinnovata che offre in pochi click tutte le informazioni necessarie. Arriva anche il sistema di messaggistica istantanea, disponibile su app e sito, per ricevere supporto e assistenza da parte del servizio clienti.
Il nuovo software rappresenta un traguardo importante per BikeMi che continua a essere un punto di riferimento fondamentale per la mobilità di Milano grazie alle sue peculiarità e alla sua caratteristica di essere un mezzo ecosostenibile e sicuro.
"Siamo alla fine dell'inverno e in questi mesi la media giornaliera di biciclette che hanno percorso la tratta ciclabile Oberdan/Buenos Aires si è attestata su circa 5mila ciclisti - ha dichiarato Marco Granelli, assessore alla Mobilità -  segno che le due ruote sono oggi un mezzo di trasporto quotidiano per andare al lavoro, a scuola o fare commissioni. BikeMi è da tempo un alleato efficiente di queste abitudini: flessibile, veloce, ben distribuito e da oggi dotato di un sistema tecnologico che ne semplifica ancora di più l'utilizzo".
Clear channel Italia, da sempre attento all’innovazione tecnologica e alle esigenze degli utenti, ha voluto fortemente questo rinnovamento con l’obiettivo di rendere BikeMi sempre più innovativo e performante.
"Siamo molto orgogliosi di poter presentare alla città di Milano un servizio completamente rinnovato - ha commentato Eszter Sallai, Managing director di Clear channel Italia. - Come Clear channel abbiamo particolarmente a cuore la comunità in cui operiamo. La nostra mission, Essere una platform for brands e una platform for good, è quella di soddisfare le esigenze degli advertiser con delle soluzioni tailor made, ma anche essere un’azienda al servizio dalla società. BikeMi di cui siamo gestori da oltre 10 anni ne è un esempio. Il servizio è infatti in parte finanziato dai ricavi provenienti dai nostri impianti pubblicitari. Il nostro impegno sul territorio è una priorità assoluta e su questo tema abbiamo appena lanciato in collaborazione con Audioutdoor, IGPDecaux e Ipas il progetto 'Pubblicità per la città' che ha come obiettivo quello di mettere in evidenza quanto l’Advertising out of home sia importante perché contribuisce a finanziare la mobilità e i servizi ai cittadini".
Il nuovo sistema è stato sviluppato in collaborazione con Urban sharing, una delle software house più importanti in Europa specializzata in sharing mobility.
"Siamo fieri di mettere la nostra piattaforma a disposizione del sistema di bike sharing più grande d'Italia e uno dei più avanzati in Europa - ha dichiarato Kristian Brink, CEO di Urban sharing. - Milano è una delle città europee più all’avanguardia nell’ambito della mobilità condivisa, l’implementazione del software BikeMi porta il bike sharing station based di Milano ad essere uno dei più innovativi in Europa. Grazie alla collaborazione con le istituzioni la nuova piattaforma renderà BikeMi un esempio di funzionalità e mobilità integrata in grado di competere a livello internazionale".
Nei prossimi mesi Clear channel ha previsto ulteriori sviluppi che renderanno BikeMi ancora più versatile e capillare sul territorio. BikeMi è presente in città dal 2008 con 320 stazioni e una flotta che comprende 4.280 biciclette a pedalata muscolare e 1.150 a pedalata assistita, di cui 150 dotate di seggiolino per bambini. È da sempre considerato un servizio indispensabile perché perfettamente integrato nella rete di trasporto pubblico della città.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni