CAPACITÀ DI RIEMPIMENTO TRASPORTI PUBBLICI

“Fondamentale - ha detto l’assessore ai Trasporti, Infrastrutture e Mobilità sostenibile della Regione Lombardia - è il tema della ‘capacità di riempimento’ all’80% dei mezzi. Una soluzione che è da considerarsi come un compromesso tra le nostre richieste, che puntavano al 100%, e le valutazioni del Comitato Tecnico Scientifico nazionale. Altro elemento molto importante è che queste regole vengano applicate a tutto il trasporto pubblico locale, senza distinzione tra urbano, extraurbano e servizio ferroviario regionale”.
Serve uno stanziamento di risorse specifiche
“Infine, da evidenziare - ha sottolineato l’assessore - che la possibilità di integrare il 20% del ‘servizio aggiuntivo’ che manca, sia garantita da stanziamento di risorse specifiche e quindi non a valere sui 900 milioni già stanziati, e da interventi normativi che legittimino questo tipo d’azione”.
Non escludiamo disagi
L’assessore regionale lombardo ha quindi concluso ricordando che “... per come si è arrivati a questa soluzione, non ci porta a escludere la possibilità di disagi con la ripresa dell'attività scolastica, soprattutto in relazione ai grandi numeri che caratterizzano la Lombardia”.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni