Con “Masp” dal Comune un'app e una piattaforma per favorire il ritorno al lavoro delle neo mamme

Tajani: “Un progetto europeo che ha permesso all’Amministrazione di concentrare la propria attenzione sulle donne e su una migliore conciliazione vita-lavoro”

Milano sempre più attenta al supporto della maternità e alla migliore conciliazione vita e lavoro. Si terrà giovedì 25 marzo, dalle ore 10 alle ore 13, l’evento conclusivo del progetto MASP - Master Parenting in Work and Life, trasmesso in diretta streaming sulla piattaforma www.maspfinalconference.com e sulla pagina Facebook 
@MASPMasterParentingInWorkandLife. Un'occasione per approfondire due questioni sempre più urgenti: la conciliazione tra vita personale e lavorativa e la promozione della partecipazione femminile al mercato del lavoro, a partire dall’esperienza maturata in due anni di lavoro sul campo dal progetto europeo MASP.
"Il progetto MASP è il risultato di una sperimentazione attuata all'interno del Comune di Milano - ha spiegato l'assessora alle Politiche per il Lavoro e Risorse Umane del Comune di Milano, Cristina Tajani. - A donne (e uomini) in congedo parentale, è stato offerto un modo per riflettere sulle nuove competenze che la genitorialità lascia in ognuno, trovando il modo per applicarle al ritorno in ufficio e facendone un punto di forza". 
"Riconoscere queste soft skill - ha proseguito l'assessora - è un arricchimento per chi lavora e per le aziende ed è per questo che l'Unione europea ha voluto scommettere sul tema. Un progetto che ci ha permesso di vedere l'essere genitori come un valore aggiunto per le persone e per la società e non come un ostacolo. Fare dell'innovazione organizzativa nel mondo del lavoro un volano di attrattività è nostro obiettivo da tempo. Così è stato per il lavoro agile, e così continuiamo a fare in tema di welfare aziendale, di politiche di conciliazione. Grazie alla piattaforma e all’app accessibili da ogni supporto informatico consentiamo a molti giovani, ma soprattutto a tante donne, oggi le più colpite dalle ricadute economiche della pandemia, di scoprire le opportunità di formazione proposte da Afol in linea con le proprie competenze e con le proprie aspirazioni”.Sarà proprio l’assessora Tajani ad aprire la giornata di confronto internazionale che proporrà un programma denso di interventi a cura di esperte ed esperti che forniranno ai partecipanti uno spaccato non solo nazionale, ma anche europeo, dei temi trattati grazie alla specifica connotazione del progetto.
MASP è un progetto finanziato dall’Unione Europea con una collaborazione internazionale che vede il Comune di Milano capofila di una serie di partner: Agenzia del Lavoro della Provincia Autonoma di Trento, AFOL Metropolitana, Associazione BIN ITALIA, API (Associazione Piccole medie Imprese), Gruppo Cooperativo CGM, EUROSMAC, Lifeed (Maam Life Based Learning), REVES Network e AICCON. 
L’obiettivo principale di MASP, oltre a quello di fornire alle donne con carichi di cura, disoccupate, competenze utili nella ricerca del lavoro e a incoraggiare una divisione più equa delle responsabilità familiari tra uomo e donna, è stato quello di supportare le imprese nell’adottare nuovi strumenti utili a riconoscere l’importanza di queste competenze sui luoghi di lavoro, per lo sviluppo organizzativo e l’incremento della competitività in azienda. Il tutto accompagnato da una costante ricerca e analisi delle migliori pratiche attivate a livello nazionale ed europeo al fine di creare un modello condiviso in grado di beneficiare di una preziosa partnership multilivello e multi stakeholder. 
Il progetto ha permesso la realizzazione di 
www.masp4skills.it una piattaforma e un’app rivolte in particolar modo alle donne 28-49 anni inoccupate e impegnate nel percorso della genitorialità affinché le competenze trasversali acquisite nel corso della maternità, come empatia, ascolto e capacità di gestire il tempo, possono trasformarsi in competenze utili per il mondo del lavoro e favorirne l’occupazione. Nello specifico la piattaforma e l’app si sviluppano su tre livelli: identificazione e valorizzazione delle soft skills sulle quali puntare - strumenti e consigli per cercare lavoro - la tutela delle pari opportunità: riferimenti normativi antidiscriminatori, un vero e proprio vademecum per conciliare al meglio vita privata e lavoro. 
Realizzata anche una pubblicazione “on line” che costituisce un vero e proprio “kit genitoriale” volto a facilitare l’accesso alle informazioni sui diritti di protezione sociale per i neo papà e mamme sui luoghi di lavoro. Presenti anche numerose informazioni sui percorsi e sul sostegno offerti dalle Amministrazioni e dalle aziende per favorire l’ingresso e la permanenza nel mercato del lavoro.
Giovedì 25 marzo rappresenterà l’occasione ideale per indagare i risultati di un progetto virtuoso portato avanti dal 2019 ad oggi. Per visionare il programma e iscriversi all’evento visitare il sito: www.maspfinalconference.com

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni