DAL 22 AL 24 NOVEMBRE MILANO PARTECIPA

Comune di Milano e Fondazione Cariplo insieme nel primo evento dedicato all'attivismo civico nell'era digitale

'milano partecipa' è una manifestazione promossa da Comune di Milano e Fondazione Cariplo che nasce con l'obiettivo di stimolare il confronto e la partecipazione alla vita pubblica e di creare consapevolezza sul ruolo che ciascuno può esercitare, per alimentare un rinnovato senso di appartenenza e di comunità. Dal 22 al 24 novembre Milano sarà il laboratorio per raccogliere le sfide della contemporaneità e interrogarsi sul futuro della democrazia nell’era digitale. Dibattiti, incontri, tavole rotonde affronteranno i temi dello stato di diritto e del governo della cosa pubblica, in un contesto globale in cui il processo di digitalizzazione ha mutato rapidamente e in profondità non soltanto le modalità d'interazione interpersonale ma anche di accesso alle informazioni. Da qui l'esigenza, raccolta da 'milano partecipa', di coinvolgere i cittadini in una iniziativa plurale e aperta al dialogo che contribuisca a fornire gli strumenti per interpretare la realtà attuale e che, attraverso percorsi condivisi, rafforzino la consapevolezza civica per farsi portatori di interessi e di progetti collettivi.
L’evento, frutto della collaborazione tra l'Assessorato alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data del Comune di Milano e Fondazione Cariplo, si terrà presso l’auditorium di Mudec – Museo delle Culture, negli spazi di Cariplo Factory e presso il Padiglione Visconti del Teatro alla Scala, tutti nell’area dell’ex Ansaldo, in via Tortona a Milano, oltre che in alcune location esterne. I promotori si sono avvalsi di un Comitato organizzativo e di un Comitato scientifico, incaricati di supportare la predisposizione del programma.
“In questi anni - ha dichiarato Lorenzo Lipparini, assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data - il Comune di Milano è stato terreno di sperimentazione e innovazione per percorsi partecipativi di qualità e nuove modalità di amministrazione condivisa dei beni comuni, che vedono i cittadini protagonisti. 'milano partecipa' sarà l’occasione per mostrare tutto questo insieme alle tante realtà che in città sono attive e lavorano per aumentare il perimetro dei diritti di cittadinanza. Ripercorreremo il lavoro fatto, dal bilancio partecipativo ai patti di collaborazione, e metteremo le basi per le nuove iniziative, una piattaforma digitale e una revisione complessiva delle regole della partecipazione che fissino nuovi e sfidanti standard per tutte le amministrazioni. Ringrazio tutti coloro che stanno lavorando alla preparazione di questo evento, in particolare Fondazione Cariplo che ci ha affiancato, come in tante altre occasioni, nella realizzazione di progetti innovativi e strategici per la vita dei cittadini”.
Il Comitato scientifico, presieduto da Giuseppe Guzzetti (già presidente di Fondazione Cariplo) e coordinato da Davide Usai, è composto da Gregorio Arena (professore ordinario e presidente di Labsus), Luca De Biase (Sole 24 Ore, esperto d'innovazione e tecnologia, responsabile di Nòva), Fiorella De Cindio (professore associato al Dipartimento di Informatica dell'Università Statale di Milano), Germano Lanzoni (attore, speaker e docente all’Università degli Studi Milano-Bicocca), Maurizia Villa (managing director di Korn Ferry International).
'milano partecipa' si articola in eventi allestiti da Comune di Milano e Fondazione Cariplo e oltre 100 incontri organizzati grazie alle proposte pervenute tramite un invito pubblico, a cui hanno risposto le più diverse realtà - dal settore pubblico al corporate, passando per non profit e singoli cittadini.
Il programma degli incontri è interamente consultabile sul sito  https://www.milanopartecipa.com/programma/
Nell’arco dei tre giorni, attraverso incontri, laboratori, conferenze, dibattiti e tavole rotonde saranno esplorate quattro aree di riflessione di stringente attualità:
1. Digitalizzazione del processo democratico: Come le tecnologie informatiche influenzano la scelta dell'agenda politica? Come si forma il consenso nell'età dei nuovi media? In che misura la sconfinata disponibilità d'informazione online produce effetti distorsivi? In che modo la politica si adegua e risponde a queste tendenze?
Alle key talks presso il MUDEC interverranno:
•Lorenzo Lipparini, Assessore alla Partecipazione, cittadinanza attiva e Open Data del Comune Milano, e Federico Ferrazza (Wired) nella sessione di venerdì Le nostre città viste da lontano
•Giuseppe Sala, Sindaco di Milano e Beppe Severgnini (Corriere della Sera) nella sessione di sabato I cittadini fanno la città
•Umberto Ambrosoli, avvocato e saggista, e Roberto Arditti, presidente di Kratesis, nella sessione di domenica dedicata al tema della politica per i giovani
Qualunque cosa succeda. A loro si affiancherà un’attivista di Libera che porterà l’esperienza di Casa Chiaravalle
Tra gli altri appuntamenti: Presente, passato e futuro della Partecipazione a Milano (Ascolto Attivo), Empaville. Il gioco della partecipazione (BiPart), Inclusione sociale degli autori di reato e ruolo della comunità locale. Il laboratorio NEXUS (Ministero della Giustizia), Politica di servizio: quali regole chiare rafforzano il ruolo positivo dei partiti ed evitano situazioni patologiche (Forme&Riforme), L’azione individuale come gesto politico: dalla tragedia greca a Facebook (Errante), La Cittadinanza attiva e il mondo dei giovani: l'etica pubblica del futuro (Milano Positiva).
Inoltre, presso lo spazio Arena Listone Giordano, luogo storico del design milanese in via San Damiano 3, si terrà un programma parallelo dedicato interamente ai temi dell’alimentazione e del cibo, in un’ottica di partecipazione, sostenibilità e comunità. Agli incontri parteciperanno, tra gli altri, Raffaele Borriello, direttore generale di Ismea, Arturo Ziliani, amministratore delegato di Berlucchi, Sara Roversi (Future Food) e Silvia Baldini, chef italo americana, tra le animatrici dell’evento.