DUE PROGETTI SUI MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

L’Amministrazione investirà oltre 400mila euro con altre realtà locali per favorire un sistema di accoglienza uniforme - Majorino: “Milano in prima fila in difesa dei più piccoli”

Comune di Milano parteciperà, come partner di Città Metropolitana e Fondazione Irccs Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico, a due progetti per favorire l’inclusione e la tutela della salute dei minori stranieri non accompagnati (msna) che arrivano in città, in modo che possano ricevere un’ospitalità che risponda alle esigenze relative alla loro giovane età e al percorso doloroso che hanno alle spalle. Lo ha stabilito la Giunta approvando, con due delibere, un investimento di 411.457 euro, risorse provenienti dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (Fami) di cui è responsabile il Ministero dell’Interno.
“Milano è in prima fila nella battaglia per la difesa dei diritti dei più piccoli, qualsiasi sia la loro terra di origine. Per questo motivo - ha commentato l’assessore alle Politiche Sociali Pierfrancesco Majorino  -  il Comune, prima di molti altri in Italia, ha pensato a un’esperienza significativa finalizzata a tutelare i minori stranieri che, affrontando un lungo viaggio, arrivano nel nostro Paese, e che, proprio per questo, hanno bisogno di attenzioni particolari e di un’accoglienza diversa da quella degli adulti. Impegnarsi insieme ad altre istituzioni e realtà del territorio è utile, inoltre, per garantire un trattamento uniforme a tutti i bambini e i ragazzi, affermando un modello unico e condiviso”.
In Lombardia sono registrati 1.281 minori stranieri non accompagnati, il 14,2% del totale nazionale. A Milano sono oltre 800 all’anno i msna accolti nelle strutture del Comune.
I due progetti finanziati:

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni