Fondo di mutuo soccorso

Dal Comune 1 milione di euro per start up innovative e a vocazione sociale

Crediamo - ha precisato l'assessora Tajani - nella capacità delle start up di proporre soluzioni utili e innovative per rispondere in maniera efficace alle mutate esigenze dettate dall'emergenza Covid”
Presentato questa mattina, presso il Milano Luiss Hub for makers and students di via Massimo D’Azeglio, dall'assessora alle Politiche del Lavoro, Attività produttive, Commercio Cristina Tajani, alla presenza di Francesca Bria, Presidente CDP Venture Capital SGR - Fondo Nazionale Innovazione, il bando che eroga un milione di euro a sostegno delle start up cittadine innovative e a vocazione sociale capaci di offrire un contributo concreto al rilancio di Milano dopo l’emergenza Covid-19.
Il bando finanzierà almeno 20 start up capaci di interpretare al meglio i bisogni, i servizi le nuove necessità della città emerse dal documento strategico Milano 2020.
"Abbiamo sempre creduto nella vitalità delle start up e nella loro capacità di proporre soluzioni utili e innovative per rispondere in maniera efficace alle mutate esigenze di cittadini e imprese dopo l’emergenza Covid - così l’assessora Tajani. - Questa nuova iniziativa, nata grazie al Fondo di Mutuo Soccorso voluto dal Sindaco Sala, consentirà di far nascere nuove imprese che abbiano l’obiettivo di offrire servizi innovativi per la ripartenza della città in questa fase segnata da una nuova socialità e da un nuovo modo di intendere bene e servizi. Siamo convinti che il sostegno all'innovazione migliori la capacità del nostro territorio di crescere e competere e costituisca un potente motore di opportunità soprattutto per le nuove generazioni e i nuovi talenti”.

Ai fondi da 1 milione di euro, erogati grazie al Fondo di Mutuo Soccorso, potranno accedere le start up innovative e quelle a vocazione sociale nonché le persone fisiche, singole o in gruppo che, in caso di valutazione positiva, si impegnino a costituire start up innovative entro 90 giorni dalla data di assegnazione del contributo. Il sostegno alle start up si sostanzia in un contributo a fondo perduto in conto capitale, pari al massimo a 40mila euro a parziale copertura delle spese di investimento per l’avvio del progetto;  gli aspiranti imprenditori potranno decidere se accedere a un ulteriore contributo, pari alla quota fissa di 10mila euro, per servizi di ricerca e sviluppo utili all'avvio dell’attività imprenditoriale da acquisire presso gli incubatori d’impresa certificati dal Ministero per lo Sviluppo Economico presenti a Milano. Nei prossimi giorni sul sito www.comune.milano.it, nella sezione dedicata ai Bandi, saranno disponibili tutte le informazioni e la documentazione necessaria per la presentazione delle domande e accedere ai finanziamenti.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni