Il Comune partecipa a “StandUp: contro la violenza nei luoghi pubblici”

Tajani: “Un’opportunità per imparare ad avere il coraggio di agire e non essere più testimoni passivi”

Milano, sempre più attenta a prevenire la violenza e le molestie nei luoghi pubblici, invita tutti a non essere più testimoni inerti e silenziosi. In occasione della prossima giornata mondiale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, il Comune aderisce al progetto StandUP promosso da L’Oréal Paris in collaborazione con l’ONG Hollaback e il gruppo RCS.  

“StandUp: contro le violenze in luoghi pubblici" è il programma di formazione studiato per riconoscere e prevenire le molestie in luoghi pubblici e costruire uno spazio sicuro e inclusivo per tutti. Per l’occasione si è pensato a un webinar dedicato ai dipendenti del Comune di Milano che insegna a riconoscere una situazione di molestia e a come comportarsi se si subisce o si assiste a un sopruso in un luogo pubblico. Il webinar si svolgerà online lunedì 23 novembre dalle ore 10.40 alle ore 12, con un'introduzione a cura dell'assessora alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Risorse Umane, Cristina Tajani e della Consigliera Diana De Marchi.

“Questo corso vuole offrire uno strumento in più per imparare a gestire episodi di abusi e molestie contro le donne sul luogo di lavoro e in situazioni pubbliche - ha spiegato l’assessora alle Politiche per il Lavoro e Risorse Umane, Cristina Tajani. - È un percorso che coinvolge tutti, non solo le potenziali vittime, ma i colleghi, e chiunque possa riconoscere un campanello di allarme e si ponga il problema di come intervenire nel modo corretto, rispettando la sensibilità e la privacy della donna coinvolta.  L'obiettivo che come amministrazione ci siamo dati con questo e altri percorsi di formazione, come quello sul linguaggio di genere o sulle competenze acquisite quando si diventa mamme, è di far comprendere come spesso atteggiamenti e consuetudini consolidati valgono a sminuire il ruolo delle donne nel mondo del lavoro e questa svalutazione è proprio la base su cui si regge ogni forma di violenza. Mi sembra doveroso e appropriato lanciare questo nuovo percorso a ridosso della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, perché risulti evidente a tutti l'idea che porta con sé: dobbiamo essere tutti ingaggiati contro la violenza sulle donne, ponendo ogni giorno le basi per scardinare processi sociali e abitudini, a partire dal mondo del lavoro che, senza donne, è meno ricco, meno creativo e meno giusto”  

Obbiettivo del progetto Stand Up è formare a livello internazionale un milione di persone affinché diventino parte della community StandUp, contribuendo così a costruire e diffondere una nuova cultura in cui le molestie in luoghi pubblici siano viste come un comportamento inaccettabile. L’Ong Hollaback! è tra i maggiori esponenti a livello mondiale del movimento volto a porre fine alle molestie. Lanciato da alcuni ragazzi come blog dove condividere le proprie esperienze di molestie, si è presto trasformato in un’iniziativa globale. Hollaback! lavora con le comunità per comprendere il problema, stimolare il dibattito pubblico e sviluppare strategie innovative che portino a situazioni sicure e accoglienti per tutti. In questi anni il progetto ha formato oltre 20.000 persone per intervenire e non rimanere inermi quando si assiste a un atto di molestia. 


L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni