IL MERCATO DAL 04 MAGGIO

Come ci si prepara alle prime riaperture

Il Corriere della Sera di oggi, 30 aprile, descrive cosa si sta facendo in città in vista del 04 maggio.

Su novantasette mercati comunali, riapriranno in ventisette, solo per l'alimentare.

Le linee guida su cosa e come fare per rispettare le norme di sicurezza sono state studiate dalla Fiva (Federazione italiana venditori ambulanti). Sarà evidente la differenza tra il prima e il dopo virus.

Per prima cosa l'area del mercato sarà delimitata da due varchi, uno per l'ingresso e uno per l'uscita.

Saranno ammesse al massimo tre persone per banco e si potranno disporre solo nella parte frontale e non più ai lati. Ogni bancone sarà inoltre transennato.

Gli ambulanti lavoreranno con guanti usa e getta e mascherine.

Tutta questa attività sarà regolata da personale addetto alla vigilanza che regolerà gli accessi al mercato e alle singole bancarelle.

Nelle intenzioni del Comune, dal 18 maggio dovrebbero ripartire i mercati rimanenti aggiungendo le restanti tipologie merceologiche. Con il flusso maggiore di persone sono allo studio soluzioni per garantire la sicurezza. Una parla di ridurre le dimensioni delle bancarelle e guadagnare così ulteriore spazio per le persone.

Su tutto pesano le prime stime sui danni al settore. Su quindicimila ambulanti in tutta la Regione, il 40% non tornerà in attività. Per chi si appresta a farlo, le difficoltà non mancano.

Da qui la richiesta di liquidità a fondo perduto e la riduzione, se non la cancellazione, delle tasse che spettano al Comune.

Sempre a proposito di crisi, ieri una rappresentanza dei ristoratori ha consegnato, simbolicamente, le chiavi dei locali al Sindaco.

Ricevuti dall'assessore al commercio Cristina Tajani hanno chiesto di fare pressioni sul Governo per aiuti economici immediati.


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni