L'ASSISTENTE VIRTUALE “020202” SU WHATSAPP

Assessora Cocco: “Siamo i primi in Europa ad offrire questo servizio. Sarà disponibile 24 ore su 24 e costantemente aggiornato”

Il Comune di Milano, primo comune in Europa, lancia oggi il servizio “020202” su WhatsApp, con l’obiettivo di dare a tutti i cittadini informazioni accurate, affidabili e aggiornate sulla città.
020202 è un servizio “chatbot” automatizzato che permetterà ai cittadini di ottenere, 24 ore su 24, risposte alle domande più frequenti sull'emergenza coronavirus, notizie aggiornate su Milano e informazioni accurate sulle attività commerciali aperte, i servizi pubblici disponibili, gli spostamenti consentiti e la viabilità, oltre alle esigenze di persone con disabilità. Saranno, inoltre, disponibili informazioni sanitarie e su decreti, ordinanze e circolari.
Per utilizzare il servizio del Comune di Milano 020202 su WhatsApp sarà sufficiente salvare il numero 020202 tra i propri contatti e scrivere la parola “Ciao” in un messaggio. L'assistente virtuale si attiverà indicando una serie di opzioni tra cui scegliere per ottenere una risposta immediata:
A) Servizi di supporto alla cittadinanza
B) Ripresa della attività economiche
C) Servizi pubblici e luoghi di culto
D) Spostamenti consentiti
E) Viabilità e parcheggi
F) Persone con disabilità
G) Aiutare la città di Milano
H) Informazioni sanitarie
I) Decreti, ordinanze e circolari
Sarà sufficiente rispondere all'elenco con la lettera che indica il servizio desiderato per conoscere, ad esempio, le sedi anagrafiche operative, i servizi di “Milano aiuta”, consultare le Faq del Governo relative alla Fase 2 o le ordinanze del Sindaco di Milano, scoprire le iniziative di volontariato e raccolta fondi.
Grazie alla collaborazione con Facebook presentiamo oggi ai cittadini l'assistente virtuale del Comune di Milano - ha dichiarato l'assessora alla Trasformazione digitale Roberta Cocco. - Un sistema semplice e intuitivo per fornire ai cittadini tutte le informazioni utili in un momento così delicato direttamente sul loro smartphone. È un modello già utilizzato dall'OMS e dalla Gran Bretagna per rispondere alle domande più frequenti legate al coronavirus e Milano è la prima città d'Europa a sperimentare questa interazione. I contenuti sono stati selezionati in base alle informazioni più richieste al nostro infoline 020202 e saranno costantemente aggiornati per offrire informazioni puntuali sui servizi e le attività della città. I cittadini potranno anche proporre idee e suggerimenti o darci il loro parere attraverso il breve questionario disponibile dopo l'utilizzo”.
"In momenti difficili come questi, le persone usano WhatsApp più che mai per connettersi, sostenere i propri cari e le loro comunità e condividere informazioni - ha commentato Luca Colombo, Country Director di Facebook Italia. - Siamo quindi felici di poter fornire al Comune di Milano uno strumento di comunicazione utile ed efficace per rispondere alle domande dei cittadini, con informazioni attendibili, tempestive e costantemente aggiornate che permettano alle persone di vivere la città in modo consapevole e sicuro”.
Il servizio 020202 è stato implementato sulla versione WhatsApp Business API, utilizzando la piattaforma di comunicazione globale di Infobip per consentire la condivisione di informazioni tempestive sulla gestione dell’emergenza Covid-19 nella Città di Milano.
“In questo periodo particolare, i Governi e le Pubbliche Amministrazioni hanno necessità di accesso a canali per la distribuzione di informazioni chiare ed immediate - ha commentato Silvio Kutic, amministratore delegato di Infobip. - Infobip è orgogliosa di fornire questo servizio unitamente all’assistenza nella gestione degli aggiornamenti e alla propria competenza tecnica per il bene e la sicurezza della comunità".
Infobip fornisce il servizio chatbot e l’assistenza nella gestione degli aggiornamenti per un accesso immediato 24/7 a tutte le informazioni sul virus. Per query più avanzate, il chatbot indirizzerà l'utente alle notizie online del Comune di Milano.
Il servizio è stato sviluppato gratuitamente da Facebook e Infobip che hanno risposto al bando “Alleanza per #milanodigitale” rivolto a soggetti pubblici e privati che vogliano donare all’Amministrazione comunale progetti tecnologici e digitali volti al miglioramento della città e dei servizi rivolti ai cittadini e ai city user.
redazione 4

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni