Lambrate. Intitolato a Renato Boeri il giardino tra le vie Ponzio e Bassini

Comandante della Resistenza, medico neurologo e fondatore della Consulta di bioetica, dedicò la propria vita alla scienza e alla cura dei malati

Nel centenario della nascita, avvenuta a Milano il 15 maggio del 1922, il Comune di Milano ha intitolato a Renato Boeri, comandante partigiano, medico neurologo di fama internazionale e fondatore della Consulta di bioetica, il giardino tra le vie Ponzio e Bassini, nei pressi dell'Istituto Carlo Besta, di cui fu co-fondatore, primario dal 1968 e direttore dal 1977 al 1987.

Presenti alla cerimonia, insieme ai rappresentanti dell'Amministrazione e al presidente della sezione di Milano dell'ANPI, Roberto Cenati, i tre figli del celebre neurologo: il giornalista Sandro, l'architetto Stefano e l'economista Tito, nati dal matrimonio con la designer italiana Cini Boeri.
Tra i numerosi meriti maturati nel corso della sua vita, dedicata alla scienza medica, alla cura dei malati, alla dignità e umanità dei pazienti, Renato Boeri annovera l'aver proposto attraverso la Consulta di bioetica, da lui costituita, di adottare la Carta di autodeterminazione, per consentire a ogni persona di dare disposizioni anticipate sulle cure da ricevere o rifiutare nel caso di impossibilità di esprimere la propria volontà.
Un progetto partito da un grande milanese, che ha dato a tutti gli italiani la possibilità di fornire indicazioni sul proprio fine vita grazie alle Disposizioni anticipate di trattamento (DAT), diventate legge nazionale nel 2017.

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni