NUOVA SEDE ENI A MILANO

Salini Impregilo completa il varo del bridge sospeso tra le torri

Completato il varo del bridge del nuovo centro direzionale ENI, una struttura lunga 85 metri che collegherà due delle tre torri della sede realizzata da Salini Impregilo a Milano. Un'operazione durata quattro giorni che segna un passo avanti per l’opera iconica di proprietà del Fondo immobiliare Milan Development 1. Il progetto conferma la leadership di Salini Impregilo nel settore dell’ingegneria civile e dell’eco-construction.
L’operazione si è svolta con il sollevamento di 4 elementi con un peso complessivo di circa 400 tonnellate, alle quali vanno aggiunte altre 200 tonnellate di ulteriori strutture di collegamento. Il bridge collegherà l’Icon Tower, che ospiterà circa 1300 postazioni di lavoro, con la Landmark Tower, che sarà invece la struttura più grande, con una superficie di 23.700 mq, distribuita su 9 piani. L’edificio centrale sarà rappresentato dalla Skygarden Tower, che ospiterà anche un centro congressi.
Il nuovo centro direzionale ENI è stato assegnato a Salini Impregilo nel luglio 2017, che sarà realizzato nel comune di San Donato Milanese, punta a contribuire alla riqualificazione immobiliare della periferia della città.
Il complesso si estenderà su una superficie totale di circa 65mila mq.  Ospiterà 4600 postazioni di lavoro e grande attenzione sarà data all’efficienza operativa per ottenere significativi risparmi nei costi di gestione.