Patti di collaborazione. Nuovo patto per la rivitalizzazione di piazza P. Mattarella e domani al via i lavori per il "Tunnel boulevard" con l'assessora Romani

La partecipazione cittadina al centro di azioni di riscatto per i quartieri

A seguito della firma del Patto "Tunnel boulevard", un accordo di collaborazione siglato lo scorso 1° ottobre tra Comune di Milano, istituzioni, realtà locali e abitanti del quartiere per trasformare il tunnel di via Pontano nella prima galleria d'arte pubblica, si entra nel vivo delle attività di riqualificazione e rivitalizzazione, con la partecipazione dell'assessora ai Servizi civici e generali Gaia Romani.
Si parte questo weekend, sabato 20 e domenica 21 novembre, per proseguire anche nel prossimo, con opere di ripulitura, coloratura e poster art di Pablo Compagnucci nel sottopasso ferroviario di via Padova, grazie al sostegno del programma Lacittàintorno di Fondazione Cariplo e alla collaborazione di Mapei, Yume, Fineco bank, Litoart, sotto la regia del Comune di Milano, Metropolitana milanese e A2A.
L'obiettivo è dare un'identità a luoghi che ne sono privi, attraverso l'arte urbana e il design sociale, e trasformare una semplice galleria in uno spazio dove si incontrano la partecipazione cittadina e la creatività. Protagonisti saranno i volontari, reclutati attraverso un progetto promosso dall'Amministrazione comunale e Associazione Ciessevi.
Sempre nell'ambito del programma del Comune "Piazze aperte", nella giornata di oggi, venerdì 19 novembre, c'è stata la firma degli accordi di collaborazione con la società sportiva dilettantistica Playmore! per la rivitalizzazione di piazza Piersanti Mattarella.
Il progetto prevede la promozione di attività sportive, ricreative e di iniziative volte a sviluppare il senso civico e l'educazione alla cura dei beni comuni. Il programma si svilupperà, infatti, attraverso un percorso partecipativo, con il coinvolgimento di cittadini e organizzazioni del quartiere, al fine di favorire anche l'inclusione di soggetti più fragili.

L'obiettivo è quello di rendere la piazza un luogo dove si partecipa attivamente alla vita del quartiere, si favorisce l'educazione alla legalità e alla convivenza urbana, si rinforza un nuovo e più forte senso di appartenenza al territorio, si diffonde cultura e conoscenza dei temi che riguardano la sostenibilità ambientale e si creano nuove occasioni di partecipazione, aggregazione e incontro fra gli abitanti della zona.

"Iniziative come queste – ha commentato l'assessora ai Servizi civici con delega alla Partecipazione Gaia Romani – servono a promuovere senso civico e a stimolare la partecipazione delle cittadine e dei cittadini. Persone che, attraverso l'arte e lo sport, trovano occasioni per stare insieme e, al tempo stesso, per essere protagoniste di azioni di riscatto per i propri quartieri. Si tratta di momenti di svago ma anche di arricchimento personale e di tutta una comunità, con la promozione di valori sani e positivi come l'impegno e la cura per il bene comune".

Area degli allegati

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni