Piazza San Luigi, conclusa la riqualificazione

Maran e Granelli: "Intervento atteso in una zona della città che sta cambiando molto dal punto di vista della qualità dello spazio pubblico". Aree pedonali e verde di fronte alla chiesa dell'800

Da parcheggio disordinato e vera oasi pedonale al centro del quartiere Corvetto. Si sono conclusi i lavori di riqualificazione di piazza San Luigi, zona corso Lodi, nuovo tassello della strategia di riqualificazione delle piazze della città.
"Era un progetto molto atteso per i cittadini del quartiere che da oggi hanno un nuovo spazio pedonale, verde e ordinato, nella logica della città dei 15 minuti - hanno sottolineato gli assessori Pierfrancesco Maran (Urbanistca) e Marco Granelli (Mobilità). - Siamo in un'area della città che sta vedendo importanti cambiamenti dal punto di vista della qualità dello spazio pubblico, da piazza Angilberto a piazza Ferrara, passando per il nuovo distretto del Comune in via Sile che porta con sé la riqualificazione delle vie limitrofe. E nei prossimi anni il cambiamento sarà ancora più evidente con la rigenerazione dello Scalo Romana".

L'intervento in piazza San Luigi ha riguardato un'area di circa 2.000 metri quadrati e ha visto la riorganizzazione e razionalizzazione dello spazio pubblico in funzione di una maggior fruibilità. Come richiesto dal Municipio 4, la parte centrale della piazza è stata pedonalizzata, con l'accesso consentito soltanto ai mezzi di servizio e soccorso. Alle estremità della piazza sono stati mantenuti i collegamenti veicolari esistenti tra via Scrivia e il tratto di via Don Bosco e tra via Don Bosco e via Tagliamento, mentre all’incrocio tra via Scrivia e corso Lodi sono stati posati dei pilomat mobili per l’istituzione della zona a traffico limitato.
L’intera piazza è stata rialzata di 15 centimetri rispetto al piano stradale, in modo da rallentare il traffico in corrispondenza delle intersezioni e aumentare il senso di continuità della parte pedonale. L'area è stata integralmente ripavimentata con cubetti di porfido, lo stesso materiale usato nella porzione davanti alla bellissima chiesa dell'800 che domina la piazza, mentre nella zona centrale è stata realizzata un' ampia area di forma quadrata in lastre di beola, che interagendo con la presenza monumentale della chiesa ne costituisce una sorta di sagrato ideale. A contorno di questo spazio centrale, due ampie aiuole di circa 190 metri quadrati ospitano 8 alberature e arbusti e panchine in pietra.

Area degli allegati

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni