Beni confiscati, De Corato: governo modifichi suddivisione fondi del PNRR

Beni confiscati, su PNRR proposta di Lombardia e Toscana inviata ad altre Regioni

L’assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, ha inviato una lettera ai colleghi delle altre Regioni per chiedere la loro adesione alla richiesta di una diversa suddivisione, a livello nazionale, dei fondi del PNRR destinati all’utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata.
Il documento è già stato sottoscritto dall’assessore regionale alla Sicurezza della Regione Toscana Stefano Ciuoffo. Condiviso, inoltre, dal presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza, la Legalità e la Lotta alla Corruzione della Regione Lazio, Gianpiero Cioffredi.

La bozza della richiesta segue il ‘1° Forum espositivo dei beni confiscati alle mafie e alla criminalità organizzata’, tenutosi a Napoli nei giorni scorsi. Il documento sarà inviato al premier Mario Draghi e al ministro per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna.

Beni confiscati, la richiesta di nuovi criteri per suddividere il PNRR

“Il Forum di Napoli – è scritto nella lettera inviata agli assessori regionali – ha rappresentato sicuramente un’importante occasione per presentare i tanti validi progetti di valorizzazione di beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Inoltre, ha rappresentato anche l’occasione per confrontarsi anche sulle difficoltà e criticità legate al recupero di questi beni”.

“In particolare – si legge – data anche la presenza di esponenti del governo, tra cui il ministro Carfagna, è emerso il forte squilibrio tra le risorse del PNRR destinate alle regioni meridionali rispetto a quelle settentrionali. È un dato di fatto che il fenomeno sia da anni diffuso anche nelle regioni del centro-nord, come chiaramente ha dimostrato la partecipazione della Regione Lazio, Toscana e Lombardia”.

“Di fronte a questa palese criticità – prosegue la missiva – il ministro Carfagna si è reso disponibile a valutare un diverso criterio di ripartizione del Fondo. Ciò a fronte di una richiesta comune da parte delle diverse regioni centro settentrionali”.

De Corato: più attenzione per le nostre realtà

“Il documento che abbiamo elaborato con il collega della Toscana Stefano Ciuoffo – ha commentato l’assessore De Corato – intende evidenziare al Governo un tema molto importante. Il numero dei beni confiscati nelle regioni del centro-nord è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Le difficoltà sono numerose e, senza fondi adeguati, il rischio è sottrarli alla criminalità ma non riuscire a renderli disponibili alla collettività. Per questo ritengo fondamentale rivedere i criteri di assegnazione dei fondi del PNRR destinati al loro utilizzo”.
“Riconosciamo le esigenze delle regioni meridionali – ha concluso De Corato – ma riteniamo necessario fornire maggiori strumenti anche alle nostre realtà”.

Fla Fe

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni