Dispersione scolastica. Rizzoli e F. Sala: 13,25 milioni per giovani neet

Obiettivo comune è il pieno successo formativo

Giovani neet e scuola, un mondo particolarmente colpito dalla pandemia. Oltre alle situazioni che conosciamo. L’isolamento da assenza di socialità e di relazioni con coetanei e docenti, ad esempio, ha provocato la diffusione di un disagio emotivo.

Abbandono studi

Il calo della motivazione poi ha avuto conseguenze che hanno portato gli studenti più fragili a decidere di abbandonare il percorso di studi.

Giovani neet, nuova misura

Regione Lombardia per far fronte ai giovani neet e quindi anche all’abbandono scolastico ha varato una nuova misura. Sarà parte del Piano di attuazione di ‘Garanzia Giovani-seconda fase’.

Giovani neet





Costruisci il tuo futuro

Il tema è stato al centro del momento di lavoro ‘Costruisci il tuo futuro: una nuova misura per contrastare la dispersione scolastica e formativa’. All’incontro hanno partecipato gli assessori regionali Melania Rizzoli (Formazione e Lavoro) e Fabrizio Sala (Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione). Presenti anche i direttori generali dei due Assessorati, Paolo Mora e Gianni Bocchieri, oltre al direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Lombardia Augusta Celada.

Oltre 13 milioni per i giovani neet

“Per l’Avviso di contrasto alla dispersione – ha sottolineato Rizzoli – destiniamo 13,25 milioni per giovani neet. Intendiamo cioè i disoccupati e i non frequentanti nessun percorso di istruzione o formazione, di età compresa tra i 15 e i 18 anni. Sono coloro quindi che hanno abbandonato prematuramente il percorso di studi e che, pertanto, sono privi di un titolo di studio di secondo ciclo”.

Acquisizione di competenze

“I percorsi formativi – ha rimarcato – dovranno essere organizzati per moduli di apprendimento basati sull’acquisizione di competenze, piuttosto che su un approccio nozionistico. Le modalità didattiche inoltre dovranno tener conto dei diversi stili di apprendimento dei ragazzi, ai fini del raggiungimento del successo formativo”.

Gli altri ‘Avvisi’ attivi

Oltre all’Avviso antidispersione sono stati emanati altri 3 Avvisi attuativi, che sono attualmente operativi. Il primo è ‘Avviso Multimisura’ per percorsi di inserimento lavorativo. Il secondo è ‘Avviso Formazione rafforzata’ per interventi di formazione specialistica finalizzata al successivo inserimento nel mondo del lavoro. Infine c’è ancora attivo l’ ‘Avviso Servizio Civile regionale’.

I percorsi di istruzione e formazione

“Il contrasto alla dispersione scolastica e formativa – ha dichiarato Fabrizio Sala – è una delle nostre priorità. La misura presentata è infatti un primo passo importante per riportare i giovani che hanno abbandonato gli studi nei percorsi di Istruzione e Formazione professionale. Inoltre è anche utile per porre l’attenzione sul tema cruciale della prevenzione. Diventa infatti indispensabile riuscire a raggiungere gli studenti che ancora non hanno abbandonato la scuola, ma che sono a rischio di dispersione”.

Recupero anni scolastici

Tra i temi dibattuti, oltre al contrasto alla dispersione, anche quello dei rimedi da offrire a studenti e insegnanti per recuperare a pieno questi due anni scolastici.

“Occorre – ha aggiunto Fabrizio Sala – tornare a parlare di contenuti, di competenze, di opportunità educative e formative”.

Didattica digitale integrata

“La ‘Didattica digitale integrata’ non può essere solo uno slogan. Deve invece diventare – ha spiegato – un’occasione di vera innovazione, attraverso la disponibilità di strumenti immersivi. Questi infatti promuovono il coinvolgimento degli studenti, e devono garantire un’adeguata formazione dei docenti”.

ben/ram

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni