Frana del Ruinon/So: 5 milioni di euro per la progettazione bypass stradale

L’opera scongiurerà l’isolamento di Santa Caterina Valfurva
L’intervento metterà in sicurezza la viabilita’ verso il Gavia

Regione Lombardia stanzia 5 milioni di euro per la progettazione del bypass stradale della frana del Ruinon a Valfurva (So). La Giunta regionale, su proposta dell’assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, di concerto con l’assessore alla Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, ha approvato la delibera con lo schema di convenzione tra Regione Lombardia, Anas e Cal per la redazione del progetto definitivo.

Terzi: garantita la copertura economica del bypass stradale per superare la frana del Ruinon

“La delibera – ha spiegato l’assessore Terzi – costituisce un importante passo in avanti verso la risoluzione strutturale di un problema annoso per Valfurva e l’Alta Valtellina. La convenzione prevede che Cal si occupi della progettazione. Mentre Regione Lombardia garantisce la copertura finanziaria con 5 milioni di euro derivanti dal fondo per i Comuni confinanti. La nuova arteria con galleria sarà realizzata da Anas e consentirà di mettere definitivamente in sicurezza la Strada Statale 300 del Gavia, scongiurando l’isolamento di Santa Caterina Valfurva che si è ripetutamente verificato in questi anni”.

“Il bypass stradale sarà fondamentale per la continuità dei collegamenti sull’asse tra Bormio, Santa Caterina e il passo Gavia. Dunque – ha proseguito Terzi – un’opera attesa e determinante per l’economia e il turismo di questa meravigliosa porzione di territorio lombardo. Il finanziamento odierno si aggiunge ai 100 milioni di euro già previsti dal contratto di programma di Anas per coprire i costi di realizzazione. Risorse, queste ultime, che lo Stato ha accantonato proprio su sollecitazione di Regione Lombardia e degli enti territoriali. In questo modo sia i costi di progettazione sia quelli di realizzazione trovano copertura”.

bypass frana ruinon assessori

Sertori: risultato straordinario dovuto alla sinergia tra istituzioni

“Dopo i molti sacrifici – ha dichiarato l’assessore Sertori – che in questi anni la comunità di Santa Caterina ha dovuto sopportare per effetto delle chiusure dell’unica strada di collegamento a causa della frana del Ruinon e dei suoi movimenti, e dopo gli interventi fatti che hanno certamente migliorato la situazione anche se non in modo definitivo, con la progettazione e realizzazione del bypass stradale e il prossimo finanziamento per il bypass idraulico, ci avviamo concretamente alla soluzione definitiva".

“Questo – ha proseguito Sertori – è il risultato straordinario dovuto alla stretta collaborazione di tutti i livelli istituzionali: Regione, Comune, Comunità montana, Provincia e Stato. Tutto questo renderà possibile un intervento definitivo che sembrava irraggiungibile. Tale intervento, dunque, oltre a mettere in sicurezza la comunità di Santa Caterina garantirà la continuità della viabilità del passo Gavia”.

Cronoprogramma per la progettazione e l’avvio dei lavori del bypass della frana del Ruinon

Il cronoprogramma prevede che la progettazione definitiva si concluda a metà del 2023. L’avvio dei lavori è previsto nella seconda metà del 2025.

Fla Fe

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni