Giovani, 600.000 euro per i nuovi progetti da realizzare negli oratori

Bolognini: prosegue collaborazione con Regione Ecclesiastica Lombarda per accompagnare crescita nostri ragazzi

È stato approvato il protocollo di collaborazione tra Regione Lombardia e Regione Ecclesiastica Lombardia, passo necessario per la prosecuzione del progetto ‘Giovani IN cammino’ nell’annualità 2021-2022. Nel darne notizia, Stefano Bolognini, assessore allo Sviluppo Città Metropolitana, Giovani e Comunicazione, ha sottolineato: “In questo modo puntiamo a coinvolgere le ragazze e i ragazzi tra i 18 e i 30 anni in diverse attività all’interno degli oratori. L’idea alla base di tutta l’iniziativa è permettere ai giovani di ‘prendersi cura’ di altri giovani, così da poter crescere insieme, in un contesto familiare e protetto”.

Con il progetto ‘Giovani IN cammino’ verso un futuro migliore

“Si tratta senza dubbio di un modello virtuoso – ha proseguito Bolognini – che Regione Lombardia è orgogliosa di sostenere e per cui, anche per l’annualità 2021/2022, diamo con grande convinzione il nostro contributo, non solo dal punto di vista della governance, ma anche da quello economico. Anche per quest’anno, infatti, Regione cofinanzierà il progetto con 600.000 euro.”

Quattro le linee di azione del progetto ‘Giovani IN cammino’

Bolognini al Progetto Giovani In Cammino“Sulla scorta – ha chiarito l’assessore – di quanto fatto durante l’anno 2020-2021 ‘Giovani IN cammino’ sosterrà anche per il 2021-2022 la realizzazione di 150 azioni progettuali negli oratori delle 10 diocesi lombarde. Saranno orientate su quattro linee di intervento. Innanzitutto, il protagonismo giovanile, con esperienze di corresponsabilità dei giovani nel prendersi cura della propria comunità. La seconda linea riguarda la collaborazione con le numerose società sportive presenti negli oratori lombardi. La terza interessa percorsi formativi che portino i giovani ad affrontare con consapevolezza le sfide della vita, ad esempio per riconoscere e gestire situazioni di disagio, quali, tra le altre, bullismo e cyberbullismo, dipendenze, ludopatia. Infine, la quarta linea è incentrata sull’indipendenza dei giovani, con esperienze comunitarie che possano aiutarli a gestire l’autonomia o il primo distacco dalla famiglia”.

Un patrimonio per la Lombardia

“Il ruolo che gli oratori svolgono per i giovani – ha concluso l’assessore Bolognini – è, da sempre, fondamentale nel loro percorso di vita. Luoghi di socialità, in cui i ragazzi, in un contesto protetto, possano incontrarsi, confrontarsi e crescere insieme. Si tratta davvero di un patrimonio da salvaguardare e da valorizzare. Regione Lombardia è orgogliosa della collaborazione in atto con Regione Ecclesiastica Lombardia e con ODL – Oratori della Lombardia. Ma soprattutto è orgogliosa di sostenere concretamente i nostri giovani nel loro percorso di crescita. Con iniziative che, proprio perché spesso realizzate con il contributo fondamentale degli stessi ragazzi, riescono a incontrare con grande efficacia le esigenze dei giovani. E questo è sicuramente uno degli aspetti da valorizzare maggiormente dell’intero progetto. Giovani che si mettono a disposizione dei giovani per crescere, insieme”.

dbc

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni