Lavoro, Air Italy, Rizzoli: scongiurare licenziamento dei 1.322 lavoratori

Assessore: crisi non condanni migliaia di famiglie

Lavoro Air Italy, bisogna scongiurare con ogni mezzo il licenziamento dei dipendenti della compagnia aerea. Questo in sintesi l’accorato appello dell’assessore lombardo a Formazione Lavoro Rizzoli.
Nessuna buona notizia infatti è emersa dopo l’incontro con il Ministero del Lavoro in merito all’imminente licenziamento dei 1.322 dipendenti (la maggior parte di questi operativi all’aeroporto di Malpensa) della compagnia Air Italy.

Preoccupazione per licenziamento lavoraratori Air Italy

“Siamo delusi per l’esito dell’incontro tecnico di giovedì 10 dicembre” ha commentato l’assessore alla Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, Melania Rizzoli.
“Proprio in quell’occasione, infatti – ha proseguito – i soci di Air Italy non hanno dato mandato ai liquidatori almeno per la sospensione della procedura di licenziamento in attesa della legge di Bilancio. Tale legge, in effetti, dovrebbe prevedere anche la proroga degli ammortizzatori a tutela dei lavoratori del trasporto aereo, oltre al mantenimento delle licenze”.
“La grave crisi del settore, causata dal Covid – ha fatto notare Rizzoli – non deve infatti condannare migliaia di famiglie alla perdita del lavoro, soprattutto sotto le feste natalizie”.
Il prossimo tavolo ministeriale si terrà il prossimo 15 dicembre.
“Sollecitiamo pertanto – ha proseguito l’assessore – tutti gli attori coinvolti per trovare una soluzione alternativa al licenziamento. Sarebbe auspicabile pertanto un accordo. Per tutelare – ha concluso Rizzoli – non solo i lavoratori di specifiche aziende, ma anche i lavoratori di Air Italy e dell’intero settore”.
Vittoria Colpi

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni