Regione investe 32 milioni di euro per riqualificare la stazione di Saronno

Regione Lombardia stanzia 32 milioni di euro (31.916.716 euro) per riqualificare la stazione ferroviaria di Saronno (Varese), le aree circostanti e il vicino polo tecnologico manutentivo.

Lo ha stabilito una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile.

Approvato progetto di fattibilità tecnica ed economica

La delibera ha approvato dunque il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la riorganizzazione del polo tecnologico manutentivo posto nei pressi della stazione ferroviaria di Saronno e per il miglioramento dell’accessibilità alla stazione stessa.

Le risorse regionali del Piano Lombardia

“I finanziamenti messi in campo – ha spiegato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile – per l’area della stazione di Saronno sono regionali e derivano dal Piano Lombardia. La riorganizzazione generale del polo tecnologico manutentivo comprenderà anche i percorsi di accesso e le aree di parcheggio. Significativi inoltre gli interventi per i collegamenti ciclopedonali. L’accessibilità alla stazione di Saronno e la mobilità nelle aree circostanti diventeranno certamente più funzionali ed efficienti. Ci saranno dunque ricadute positive per residenti e utenti del servizio”.

Riqualificazione della stazione di Saronno: gli interventi

Il progetto prevede quindi i seguenti interventi.

  • La riorganizzazione del polo tecnologico manutentivo di Saronno con adeguamento delle aree a verde, degli accessi e delle aree di parcheggio.
  • L’intervento di efficientamento energetico degli edifici presenti con l’utilizzo di pompe di calore geotermiche. Le quali funzioneranno grazie a pozzi di derivazione di acque sotterranee.
  • L’intervento di realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica.
  • La predisposizione di un percorso pedonale via Luini/Santuario.
  • L’intervento di restyling della stazione ferroviaria con modifiche dei manufatti adiacenti.
  • La connessione ciclopedonale della via Milano con la via Molino.
  • La realizzazione infine di nuovi spazi pubblici destinati a verde e a parcheggi.
    Pietro Coletti

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni