Tradate ha la sua casa di comunità. Sanità ancora più vicina al territorio

Presidente Fontana: servizi ancora più efficaci e dati incoraggianti su ‘infermiere di famiglia’

Anche Tradate, in provincia di Varese, ha la sua Casa di comunità: una struttura che permette di garantire una sanità ancora più vicina ai cittadini. Ad inaugurarla il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e la vicepresidente, Letizia Moratti.
“La Casa di Comunità di Tradate (Va) – ha detto – svolge una funzione cruciale nel favorire l’integrazione tra area sanitaria, sociosanitaria e sociale. Si tratta di una delle sfide maggiori che intendiamo vincere con la Riforma sanitaria”.

welfare casa comunità tradate






La cerimonia di inaugurazione della casa di comunità di Tradate

Alla cerimonia erano presenti anche la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti; l’assessore regionale all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo; la vicepresidente del Consiglio regionale; Francesca Brianza; il presidente della Commissione consiliare Sanità, Emanuele Monti; il direttore dell’ASST dei Sette Laghi, Gianni Bonelli; quello dell’Ats Insubria, Lucas Maria Gutierrez e il sindaco di Tradate e presidente della Conferenza dei sindaci,  Giuseppe Bascialla.

Focus sui territori

“Senza dubbio – ha proseguito il presidente – il merito della Riforma lombarda è di aver posto l’attenzione sul territorio: l’Asst dei Sette Laghi e l’Ats Insubria danno prova di grande reattività per la sua piena applicazione attraverso la riorganizzazione del Polo Territoriale. La mia presenza testimonia l’importanza che Regione attribuisce a Tradate e ringrazio il sindaco per averlo riconosciuto”.

Prossimità al cittadino

“La Casa di Comunità – ha rimarcato il governatore – non è solo un luogo fisico, ma è l’insieme di nuove competenze e professionalità. Qui si concretizza la prossimità al cittadino e al suo contesto, la completezza dei percorsi di cura e assistenza, in una filiera di programmazione ed attuazione degli interventi che integra ospedali e distretti a Cure primarie, Comuni e Terzo Settore”.

casa di Comunità Tradate VareseUn momento dell’inaugurazione della nuova casa di comunità di Tradate (Va)

Obiettivo della legge

“Voglio complimentarmi in particolar modo – ha aggiunto Fontana – per la positiva esperienza dell’equipe dell’Infermiere di Famiglia. I primi incoraggianti dati sul suo contributo alla Casa di Comunità di Tradate sono la prova di come la riforma del Sistema sociosanitario lombardo abbia colto il segno. Raggiungere il paziente, i suoi familiari, i caregiver, i Medici di Medicina generale, gli specialisti ospedalieri, gli assistenti sociali, i servizi comunali e il Terzo Settore, è lo scopo principale della nostra legge”.

Opportunità per tutti

“Si tratta – ha concluso il presidente – di un’opportunità per tutti cittadini e assistiti, da un lato; operatori sanitari, sociosanitari, tecnici, amministrativi e dirigenti del comparto sanità, dall’altro. Solo così si realizza l’appropriatezza della cura, la presa in carico completa del paziente e l’efficienza del sistema“.
Ava Tanin

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni