Ucraina, De Corato: beni confiscati a rifugiati, bene appello Anci

“Condivido la recente nota dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani che ha invitato i Comuni a destinare i beni confiscati alla mafia ai profughi dell’Ucraina”. 
Lo ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, con delega ai beni confiscati.
“L’Associazione, infatti – ha sottolineato l’assessore – ha scritto che ‘ai rifugiati provenienti dall’Ucraina, possono essere ceduti in locazione (con canone simbolico) questi beni immobili confiscati alla criminalità, previa opportuna creazione di una graduatoria creata allo scopo di indirizzare l’emergenza abitativa’”.

Dal 2018 al 2023 Regione ha stanziato 6,5 milioni per ristrutturazione immobili

“L’attività di Regione Lombardia – ha proseguito De Corato – sui beni confiscati alla mafia è stata e continua a essere molto puntuale e attenta. Dall’inizio della legislatura e sino al 2023 sono stati investiti 6,5 milioni di euro per il recupero e la ristrutturazione degli immobili. Somme pertanto indispensabili per i tanti Comuni e associazioni che non hanno le risorse e che non potrebbero utilizzare il bene assegnato”.

Con il sistema ‘Viewer beni confiscati’ – ha concluso l’assessore regionale alla Sicurezza – abbiamo messo a disposizione un importante e nutrito patrimonio informativo geolocalizzato dei beni sottratti alla criminalità organizzata. L’obiettivo quindi è quello di agevolare il reimpiego istituzionale e sociale dei beni”.
Sidran Rebed

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni