Vaccinazioni Covid

Fontana ha visitato hub di Palazzo Scintille a Milano - Potrà effettuare 10.000 somministrazioni al giorno

“Il nostro obiettivo è di effettuare 100.000 vaccinazioni al giorno. Un traguardo raggiungibile a patto che in Lombardia arrivino nuove dosi da mettere a disposizione dei nostri centri vaccinali“. Lo ha detto il presidente della Regione LombardiaAttilio Fontana, che, nella mattinata di giovedì 22 aprile, ha fatto visita al nuovo hub per le vaccinazioni realizzato a Milano al ‘Palazzo delle Scintille’.

Con Brescia la più grande area allestita

vaccinazioni covid palazzo scintille

“Si tratta – ha spiegato il governatore – della più grande area allestita in Italia insieme a quella della Fiera di Brescia. Una struttura creata con la collaborazione di Fondazione Fiera Milano e Generali, con il contributo e la partecipazione di importanti partner privati quali Cisco e Moncler che ringrazio”.

Centro in linea con piano regionale di vaccinazione massiva

vaccinazioni covid palazzo scintille

Il nuovo centro per le vaccinazioni Covid a Palazzo Scintille, in linea con le indicazioni del piano di vaccinazione massiva di Regione Lombardia, risponde all’esigenza di avere ulteriori e adeguati spazi sul territorio per proseguire le inoculazioni con un ritmo sempre più sostenuto.

Con più vaccini obiettivo 100.000 inoculazioni al giorno

vaccinazioni covid palazzo scintille

“Nella giornata di mercoledì 21 aprile – ha aggiunto il presidente Fontana – siamo arrivati a 68.000 somministrazioni, adesso ci troviamo a rallentare a causa della carenza di vaccini. Abbiamo bisogno di implementare la fornitura, così potremo anche arrivare a quota 100.000 al giorno”.

Presenti 72 linee di erogazione

vaccinazioni covid palazzo scintille

Il presidente Fontana ha infine evidenziato che “Palazzo Scintille è organizzato per somministrare circa 10.000 inoculazioni al giorno attraverso 72 linee di erogazione vaccinale”.

L’avvio del nuovo Centro è previsto per domenica 25 aprile.

Realizzato grazie al contributo di Fondazione Fiera, Generali, Cisco e Moncler Milano e la Lombardia dispongono di un ulteriore aiuto per fronteggiare l’emergenza coronavirus.Quello di Palazzo Scintille è il nuovo e più grande hub per vaccinazioni Covid della Regione, realizzato a Milano in piazza VI Febbraio grazie alla collaborazione tra Fondazione Fiera Milano e Generali. E con il contributo e la partecipazione di importanti partner privati. Quali Cisco e Moncler.

Una collocazione agilmente raggiungibile

palazzo scintille esterno

Il nuovo centro è stato allestito all’interno del ‘Generali Square Garden’ (ex Padiglione 3 di Fiera Milano, noto anche come ‘Palazzo delle Scintille’) in linea con le indicazioni del piano di vaccinazione massiva di Regione Lombardia e risponde all’esigenza di avere ulteriori e adeguati spazi sul territorio per proseguire le inoculazioni con un ritmo sempre più sostenuto.

La gestione

La gestione del nuovo centro vaccinale, che è organizzato per somministrare circa 10.000 inoculazioni al giorno, dalle 8 alle 20, weekend compresi, sarà coordinata dalla Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico. In stretta collaborazione con ASST Rhodense, Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Besta, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori e ASST Santi Paolo e Carlo.

La struttura

Nel dettaglio, l’hub disporrà di 72 linee di erogazione vaccinale e di un percorso codificato a tappe che parte dall’accettazione e registrazione dell’utente all’anamnesi col medico, prosegue verso i box di inoculo del vaccino e termina presso la zona di osservazione e prenotazione della seconda dose, dove avviene la consegna del certificato vaccinale al termine del ciclo di vaccinazione.
L’avvio del nuovo Centro per le vaccinazioni Covid di Palazzo delle Scintille è previsto per domenica 25 aprile. Con le prime 2.000 vaccinazioni prevalentemente dedicate a pazienti estremamente vulnerabili.

Struttura a disposizione gratuitamente

Generali, proprietaria dell’immobile tramite un fondo immobiliare gestito da Generali Real Estate, mette a disposizione gratuitamente la struttura dopo aver completato i lavori delle opere impiantistiche e di climatizzazione per il suo funzionamento.

Il ruolo di Fondazione Fiera Milano

Fondazione Fiera Milano, che ha in comodato d’uso parte dell’edificio, ha progettato il layout generale di funzionamento sulla base delle esperienze condotte con il Politecnico di Milano e con Ernst and Young (E&Y) presso il centro vaccinale in funzione al padiglione Ospedale Policlinico Fiera e ha coordinato i lavori di allestimento realizzati dalla storica società WAY di Rho.

Allestimenti e arredi

Moncler ha contribuito integralmente ai costi di realizzazione di allestimenti e arredi (area accettazione, box per anamnesi e inoculazione, area osservazione post vaccino, postazioni di lavoro del personale sanitario) e contribuirà ai costi per lo svolgimento delle attività di registrazione del percorso vaccinale, che saranno svolte da oltre 80 addetti reclutati dal Policlinico di Milano.

Infrastruttura digitale

Cisco ha preso parte all’iniziativa mettendo a disposizione gratuitamente tutte le apparecchiature dell’infrastruttura digitale per il processo di tracciamento della somministrazione vaccinale, comprensive di sistemi per il conteggio delle persone e la verifica del dovuto distanziamento in sicurezza. Questa infrastruttura è stata realizzata anche con il contributo di Axians e di K2K.

Arredi tecnico-medicali

Gli arredi tecnico-medicali del nuovo centro vaccinale e la dotazione informatica sono stati messi a disposizione dal Policlinico di Milano.

Fondo per la Lotta al Coronavirus

Grazie alle risorse dei suoi 8.000 donatori, anche il Fondo per la Lotta al Coronavirus, costituito nel 2020 da Fondazione Fiera Milano con Fondazione di Comunità Milano, ha contribuito a completare la configurazione della rete informatica e delle aree di accesso e di servizio.

Raggiungibile con la MM5 Lilla e il Tram 19

Il centro vaccinale, situato in piazza VI Febbraio, presenta una collocazione logistica funzionale al servizio della comunità. È facilmente raggiungibile con la MM5 Lilla e la linea del Tram 19 e dispone, nelle immediate vicinanze, di oltre 1000 posti auto di pertinenza del vicino centro commerciale, oltre a ulteriori 350 posti auto dell’adiacente parcheggio ATM.

Generali Square Garden (Palazzo delle Scintille – Padiglione 3 – Palazzo dello Sport)

Appena acquistata l’area della piazza d’armi della città, il neonato Ente Fiera di Milano avviò la costruzione della Fiera con un grande padiglione permanente: il Palazzo dello Sport di piazza VI Febbraio.
Uno spazio pensato come multifunzionale che potesse accogliere stand fieristici ma anche ospitare grandi eventi sportivi. Il Palazzo dello Sport fu dunque il primo palazzetto della città di Milano.
Noto anche come Padiglione 3, venne progettato da Paolo Vietti Violi, costruito in meno di sei mesi e inaugurato nell’aprile 1923, in occasione della prima Fiera Campionaria nel nuovo quartiere fieristico.

Una lunga storia sportiva

Nel corso della sua lunga storia ha ospitato diverse grandi competizioni sportive. Dalla Sei Giorni di Ciclismo a incontri di pugilato e partite di basket ai massimi livelli.

Sede anche di eventi scaligeri

Un evento in particolare ha legato la città di Milano al Palazzo dello Sport di piazza VI febbraio. Nel 1946 il Teatro alla Scala non poteva ospitare l’intera stagione musicale, troppi i danni subiti nella Guerra. La Fiera di Milano mise così a totale disposizione il proprio padiglione, il primo ricostruito. Che ospitò l’intero anno operistico scaligero.
Così il 20 luglio 1946, dopo l’avvallo formale del maestro Arturo Toscanini, il Palazzo si trasformò in un grande teatro. Capace di oltre 6.000 posti.

Nel 2005, con il trasferimento della Fiera a Rho, l’edificio viene donato al Comune; nel 2017 Citylife spa lo ha ristrutturato, e tra il 2019 e il 2020 è acquisito da Generali Real Estate.

mac

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni