Varese, Locatelli incontra associazioni del sociale: realtà con voglia di fare

Visite in città, a Sesto Calende, Somma Lombardo e Busto Arsizio

L’assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità, Alessandra Locatelli, ha visitato, martedì 1° giugno, alcune realtà del mondo sociale a Varese. Dopo la visita agli appartamenti didattici per l’autismo ‘Blu Home’ della Sacra Famiglia, l’assessore si è recata nella sede della Fondazione ‘Renato Piatti’ e nella Rsd di Sesto Calende, per poi recarsi a Somma Lombardo alla Cooperativa sociale ‘Radici nel Fiume’, che nasce all’interno della comunità residenziale di Maddalena ed è gestita dall’associazione ‘Anffas Ticino’ per creare opportunità di occupazione, qualificazione professionale e inclusione sociale a persone con disabilità intellettive e relazionali. Ultima tappa all’Anffas di Busto Arsizio.

Allentamento delle misure restrittive

varese sociale

“Con l’allentamento delle misure restrittive rese necessarie per contenere il contagio – ha dichiarato Locatelli – sto cercando di conoscere da vicino enti e associazioni che operano sul territorio lombardo e che, dopo mesi difficili, stanno ripartendo per portare avanti il loro prezioso lavoro. La città di Varese e la sua provincia sono ricche di realtà che operano nel mondo del sociale. E che svolgono un servizio preziosissimo per le persone con disabilità e le loro famiglie”.

Gli appartamenti ‘Blu Home’ a Varese

varese sociale

“Martedì 1° giugno – ha proseguito l’assessore – ho avuto modo di visitare delle vere e proprie eccellenze, come gli appartamenti didattici ‘Blu Home‘, un progetto innovativo e unico in Europa. Che da anni contribuisce a migliorare la qualità di vita di bambini e ragazzi con disturbi dello spettro autistico e la Fondazione Renato Piatti. Una realtà che si prende cura di persone con disabilità intellettiva e relazionale. Sempre eccellente il lavoro di Anffas. Ovvero la storica associazione ch,e anche a Somma Lombardo, con la Cooperativa Radici nel Fiume e a Busto Arsizio, è un punto di riferimento per il sostegno delle persone con fragilità”.

Fondamentale conoscere le esigenze

varese sociale

“Ritengo sia fondamentale – ha concluso l’assessore Locatelli – conoscere le esigenze, le criticità e i bisogni delle persone con disabilità, delle famiglie e delle associazioni che li assistono, soprattutto in un momento delicato come quello attuale. L’incontro e il confronto con loro è il punto di partenza. Per fare in modo che l’istituzione regionale che rappresento possa dare loro risposte adeguate ai tempi. Nell’ottica di un lavoro in rete che oggi risulta ancora più fondamentale che mai. Per una vera e propria ripartenza”.

gus

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni