Violenza donne, Bolognini in visita al Niguarda a ‘Telefono Donna’

L’assessore: la Regione è al vostro fianco

Essere qui nella sede di Telefono Donna onlus è significativo, soprattutto considerando che, nonostante le difficoltà dovute al Covid non avete mai interrotto la vostra preziosa attività di supporto telefonico alle donne vittime di violenze. Anzi, avete raddoppiato i vostri sforzi. Un grazie particolarmente sentito a voi e a tutte le associazioni che svolgono questa fondamentale funzione sociale”. Queste le parole dell’assessore regionale alle Politiche sociali, abitative e Disabilità, Stefano Bolognini, al termine della sua visita alla sede dell’associazione, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. L’associazione si occupa, dal 1992, di offrire aiuto telefonico a donne vittime di maltrattamenti, violenze fisiche o psicologiche e stalking.
“Come Regione Lombardia - ha sottolineato Bolognini - siamo orgogliosi di sostenere i progetti di quest’associazione. Si tratta di attività fondamentali per combattere una vera piaga come la violenza contro le donne. Negli ultimi tre bandi del volontariato sono stati erogati a ‘Telefono Donna’ 153.300 euro come co-finanziamento per i progetti dell’associazione. La collaborazione, però, non si limita certo a questo. Infatti, nell’ambito dei quattro nuovi ambulatori di quartiere aperti nei quartieri popolari di Milano in immobili di proprietà di Aler, ‘Telefono Donna’ avrà a disposizione dei punti di ascolto. Ai quali le donne in difficoltà potranno rivolgersi per chiedere aiuto”.

dbc

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni