MAX CASACCI - WATERMEMORIES

L’opera sonora alle frontiere della musica italiana - il 12 dicembre in due incontri a Milano: nel pomeriggio all’Apple Store e la sera all’Auditorium Demetrio Stratos.

Giovedì 12 dicembre Max Casacci dal vivo in due incontri a Milano: alle ore 18,30, all’Apple Store (Piazza del Liberty, 1) con una masterclass su “Watermemories”, la sua opera sonora ispirata alla memoria dell’acqua, realizzata interamente registrando i suoni della natura; alle ore 21,30 all’Auditorium Demetrio Stratos (via Ollearo, 5) in diretta su Radio Popolare dove il produttore e pioniere musicale proporrà le sue opere sonore e sarà intervistato da Piergiorgio Pardo. “Ta ‘ Cenc” (dall’omonima scogliera sull’isola di Gozo) è il primo movimento realizzato - in collaborazione con Hati Suara - esclusivamente con il suono di rocce calcaree, impercettibilmente sonore, già conosciute e utilizzate nell’antichità. Rocce che si rivelano magicamente intonate tra loro. “Watermemories” è il secondo movimento interamente realizzato da Max Casacci, catturando suoni e rumori dell’acqua di Biella, dalle sorgenti ai torrenti passando per antichi luoghi sacri e più recenti santuari, fino ad arrivare alle pale che hanno trasformato la forza dell’acqua in energia per il lavoro. Tra i suoni utilizzati ci sono anche quelli di due opere d’arte: il sibilo dei bollitori d’acqua dell’”Orchestra di Stracci” di Michelangelo Pistoletto, e il concentrato sonoro che filtra attraverso l’opera di Giuseppe Penone “Una barra d’aria” puntata verso il torrente Cervo, all’esterno di Cittàdellarte.

Ava Tanin

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni