Studenti lombardi premiati dalla chimica

Sul podio due scuole primarie e due secondarie di primo grado

Sono la Trento Trieste di Cremona, l’IC Scarpa - Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, la San Giovanni Bosco di Guanzate e la Amedeo Duca D’Aosta di Ossona.
Anche quest’anno, il Festival della Scienza di Genova ha ospitato la Cerimonia conclusiva della XXV edizione del concorso “Premio Nazionale Giovani – sezione chimica di base e plastica” per la scuola primaria e secondaria di primo grado, in modalità digitale
Il concorso è realizzato da Assobase e PlasticsEurope Italia - le Associazioni di Federchimica che rappresentano il comparto industriale della chimica di base e delle materie plastiche, dalla Società Chimica Italiana - l’Associazione scientifica che ha lo scopo di promuovere lo studio e il progresso della chimica e delle sue applicazioni e da Amaplast - l’Associazione dei costruttori di macchine per la lavorazione delle materie plastiche e della gomma.
L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia - Ufficio scolastico territoriale di Milano.
La partecipazione all’edizione 2020-2021 del Premio è stata numerosa e i lavori presentati particolarmente interessanti. Questo grazie all’entusiasmo e alla voglia di mettersi sempre in gioco di insegnanti e studenti che, in maniera innovativa, hanno approfondito la conoscenza della chimica.


Per la sezione chimica di base

Il terzo premio è stato assegnato agli studenti della scuola primaria Trento Trieste di Cremona.  “Chimica inclusiva del cibo salutare” è il nome del progetto, un lapbook virtuale. Studiando i fenomeni chimici legati all’alimentazione gli alunni hanno approfondito la conoscenza di diversi elementi chimici;

il secondo premio è stato assegnato agli studenti della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Scarpa, Fondazione IRCCS-Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. “La chimica che salva” è il nome del lavoro, un video voluto da alcuni alunni dell’Istituto per ricercare, conoscere, comprendere e far comprendere l’origine della chemioterapia.

Per la sezione plastica

Il primo premio è stato assegnato agli studenti della scuola primaria San Giovanni Bosco di Guanzate (CO). “Un mondo plastificato” è il nome del video, particolarmente originale e interdisciplinare. Un’analisi sul ruolo della plastica e dell’uomo rispetto al tema dell’inquinamento;

il terzo premio è stato assegnato agli studenti della scuola secondaria di primo grado Amedeo Duca D’Aosta di Ossona (MI). “Corro veloce con i tutori è il nome del progetto, una presentazione attraverso cui gli alunni, prendendo spunto dall’utilizzo dei tutori da parte di una compagna, si interrogano sull’importanza del materiale con cui sono realizzati e sui suoi tanti impieghi in settori spesso così disparati.

I riconoscimenti sono andati ad altre 12 scuole del Paese, delle provincie di Ancona, Bari, Barletta-Andria-Trani, Belluno, Caserta, Catanzaro, Fermo, Napoli, Taranto, Trani, Treviso, Venezia, che si sono distinti per avere realizzato manufatti, ricerche e video sul tema della chimica di base e della plastica.

Sono stati premiati 1.700 studenti, tra i 6 e i 14 anni. Tutti i lavori vincitori sono disponibili on-line. Nel corso dell’evento è stata inoltre presentata la nuova edizione del Premio Nazionale Giovani. Il regolamento è disponibile sul sito federchimica.it.

Noemi Sutera
Federchimica Assobase/PlasticsEurope Italia
n.sutera@federchimica.it

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni